Capo d’Orlando. Passaggio a livello di via Cordovena, Sindoni: “R.F.I. senza vergogna”

    Capo d’Orlando. Passaggio a livello di via Cordovena, Sindoni: “R.F.I. senza vergogna”

    CAPO D’ORLANDO – Ennesima puntata nella vicenda che contrappone R.F.I. al Comune di Capo d’Orlando. La società ha presentato ricorso al TAR contro l’ordinanza 135/2015 con la quale il Sindaco Enzo Sindoni, in ottemperanza alla sentenza del TAR che pur disponendo la chiusura del passaggio a livello, ha stabilito come la via Cordovena debba essere facilmente percorribile.
    “La Giustizia Amministrativa farà il suo corso – ha commentato Enzo Sindoni – ma non è necessario attendere la decisione del TAR alla quale ci rimetteremo, per avere una indegna certezza. R.F.I. certifica, richiedendone il risarcimento nel predetto ricorso che, i costi di manutenzione sostenuti per il mantenimento dell’apertura del passaggio a livello di via Cordovena, ammontano a € 6.76 al giorno. In pratica la sicurezza degli Orlandini, vale quanto un pacchetto di sigarette o addirittura meno di un biglietto di 2^ classe da Capo d’Orlando a Messina. Verrebbe da chiedersi perché la proposta del Comune, di farsi carico dei costi che R.F.I. sosteneva per l’apertura del passaggio a livello, non abbia trovato l’attenzione dei vertici aziendali. Mi astengo da facili ironie, considerato il momento particolare di R.F.I., ma, non posso non evidenziare che in occasione della recente festa patronale e del contemporaneo allerta rosso (per il maltempo dei giorni scorsi), da parte della Protezione Civile, nonostante le richieste di Carabinieri e Polizia Municipale, come la via Cordovena sia rimasta chiusa. Nell’omonimo film, il pistolero Joe, si vendeva <>, io combatterò fino in fondo affinché la sicurezza degli Orlandini non si riduca <>”.

    Condividi:
    giuseppe.spignola (at) anni60news.com Giuseppe Spignola, giornalista, autore, speaker e conduttore radio/tv. Sono da sempre un grande appassionato di musica, media, giornalismo e comunicazione. Già dalla giovane età (sono nato nel luglio del 1975), ho cominciato a frequentare il mondo della radio e dei media in generale, seguendone costantemente l’evoluzione tecnologica, aggiornandomi e facendo diventare la mia passione un vero e proprio lavoro che svolgo da professionista ormai da oltre vent’anni di cui quasi dieci in forza al gruppo Radio Italia con esperienze di lavoro anche in ambito nazionale presso la sede centrale di Milano del Gruppo. Dal 2010 organico di Radio Italia Anni 60 (Eventi Srl); dal 2012 iscritto all’Albo Nazionale dei Giornalisti nell’elenco Pubblicisti, sono redattore di anni60news.com, collaboro con il Giornale di Sicilia e con alcune emittenti televisive. Nella mia attività, organizzo e presento eventi di informazione, intrattenimento e varietà; il mio primo amore però è la radio dove curo e conduco ogni giorno il programma Anni 60 Magazine che si occupa anche di rubriche e interviste che faccio a vari personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura, della politica e della società. Sono un cultore della musica e dello stile di vita degli anni 80; amo i motori: in particolare la Vespa e le auto. Nel tempo libero viaggio, ascolto, osservo, scrivo, leggo.