Il Rocca Caprileone saluta Ricciardello e pensa al ritorno di Vicario

    Il Rocca Caprileone saluta Ricciardello e pensa al ritorno di Vicario

    CAPRILEONE Lavori in corso nel Rocca Caprileone, matricola del girone B di Eccellenza che negli ultimi due mesi ha dovuto superare diversi scossoni che l’hanno ridimensionata anche se la classifica attuale è più che lusinghiera, alla vigilia del derby casalingo con l’Igea Virtus che potrebbe regalare l’aggancio al vertice con l’altra super sfida nella tana della Sicula Leonzio da recuperare. “Stiamo lavorando senza sosta per dare una guida tecnica a questa squadra che sta dimostrando grandissima maturità – è la nota diffusa dal club biancoazzurro -.
    Questi ragazzi hanno dimostrato piu’ di una volta di avere gli attributi e per questo siamo orgogliosi di loro, uomini prima che atleti”. Parole che seguono le dimissioni del tecnico Carmelo Ricciardello e precedono la fumata bianca che in tempi rapidiricciardello carmelo vedrà annunciare urbi et orbi il terzo allenatore stagionale dopo l’esonerato Pasquale Ferrara ed il traghettatore di Brolo, con la concreta possibilità che Calogero Vicario ritorni alla guida del Rocca nella categoria che aveva contribuito a conquistare per la prima volta tre anni fa. Santino Bellinvia e Massimo Bontempo le alternative ma sul Vicario bis non sembrano esserci dubbi. Il Rocca con grande rammarico aveva accettato le dimissioni ufficiali rassegnate ieri da Ricciardello il quale aveva comunicato alla squadra ed al club le sue intenzioni già alla ripresa degli allenamenti. La Società, che aveva puntato tutto sulle capacità tecniche e umane di Ricciardello, ha provato a convincere l’ormai ex mister biancoazzurro a fare dietrofront, senza fortuna. Le motivazioni dell’addio di Ricciardello all’Usd Rocca di Capri Leone sono assolutamente personali e nulla hanno a che fare con la sfera calcistica, la dirigenza caprileonese o il gruppo di calciatori messi a disposizione al tecnico brolese. «Sono estremamente dispiaciuto di arrecare questo danno alla Società del Rocca di Capri Leone e ad un gruppo di calciatori che ha dato l’anima sotto la mia guida – spiega mister Ricciardello -. Purtroppo dei motivi di natura strettamente personale non mi consentono di proseguire in questa avventura che mi ha regalato tante gioie in pochissimo tempo. Ringrazio infinitamente il Rocca per l’opportunità concessami, ringrazio lo staff tecnico che è stato sempre al mio fianco e che so non condividerà questa mia decisione e ringrazio soprattutto tutti i calciatori facenti parte della rosa biancoazzurra, che mi hanno messo in condizione di lavorare con serenità fin dal primo giorno. Mi rendo conto che per tutti è una doccia fredda e che metto in enorme difficoltà un intero ambiente ma in questo momento devo essere egoista e pensare a me stesso. Il calcio è una parte fondamentale della mia vita ma ho altre priorità e ho bisogno di allontanarmi per un periodo indefinito da questo mondo per riordinare idee e tutto il resto». Carmelo Ricciardello lascia il Rocca dopo aver conquistato 16 punti in sette giornate di campionato, frutto di 5 vittorie, 1 pareggio e 1 sola sconfitta (una gara da recuperare) che valgono alla compagine biancoazzurra la seconda posizione in classifica nel Girone B di Eccellenza Siciliana.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.