Città metropolitana di Messina, approvato il bilancio di previsione 2015

    Città metropolitana di Messina, approvato il bilancio di previsione 2015

    MESSINA – La Città Metropolitana di Messina, nel pomeriggio di oggi, ha approvato il bilancio di previsione 2015 nonostante il versamento nelle casse dello Stato di ben 8.562.113,11 euro richiesti quale contributo al contenimento della spesa pubblica.
    L’approvazione è stata possibile grazie alla legge che ha consentito la deroga all’obbligo di chiusura di bilanci triennali dando così la possibilità di approvare un bilancio preventivo solo per l’anno 2015; infatti, per il 2016 e il 2017 il versamento richiesto dalla legge di stabilità 2015 ammonta a ben 17 e 25 milioni di euro il che porterebbe l’Ente in dissesto, salva possibilità di riduzione nella legge di stabilità 2016 attualmente in gestazione. Il bilancio 2015, quindi, è stato chiuso in pareggio ma con margini ristrettissimi, tali da non consentire spese straordinarie qualora se ne presenti la necessità.

    Condividi:
    Giornalista professionista da marzo 2015, dal 2007 giornalista pubblicista. Avevo 20 anni la prima volta che ho messo piede in una redazione e non ne sono più uscita: ho iniziato a fare questo mestiere per caso e lo svolgo da un decennio, approfondendo l’esperienza e gli insegnamenti acquisiti “sul campo” con una laurea triennale in Tecnologie della comunicazione, all’Università di Messina nel 2007, e con la specialistica in Editoria, media e giornalismo a Urbino nel 2015. Ho una formazione e una esperienza “multimediale”: tv, radio, carta stampata, web. Ho curato, e curo tutt’ora, articoli, notiziari, approfondimenti, interviste, reportage, programmi e rubriche anche di respiro nazionale e internazionale. Conduco anche manifestazioni ed eventi di vario genere. Ho partecipato a numerosi scambi giovanili e workshop su vari temi (economico-sociali-istituzionali), in Italia e all’estero, mi piace conoscere sempre cose e persone nuove, non mi stanco mai di imparare. Mi occupo anche di politiche giovanili, progettazione europea, sviluppo valorizzazione e promozione del territorio, cultura, turismo, tradizioni popolari e iniziative legate al mondo rurale. Sono impegnata nel sociale e presiedo un’associazione culturale. Se potessi, vivrei viaggiando. Fin dall’inizio di questa avventura, sono la responsabile del progetto editoriale Anni60news.com.