Frazzanò: tutto pronto per la settima edizione di “Festeggiando San Martino”

    Frazzanò: tutto pronto per la settima edizione di “Festeggiando San Martino”

    La locandina dell'evento

    FRAZZANO’ – Tutto pronto nel centro nebroideo per la settima edizione di “Festeggiando San Martino. Mirtu, Frazzanò, Galati e Lonci sunu li quattru paisi di li funci”. L’evento è realizzato dall’Associazione Socio-Culturale “Vivere Frazzanò”, col contributo del comune, dell’Assemblea Regionale Siciliana e di tantissimi privati, che credono in questa importantissima manifestazione, in questa porzione di territorio dei Nebrodi. I visitatori potranno inoltre ammirare le bellezze storiche ed architettoniche del centro storico di Frazzanò, con le sue chiese, il Monastero S. Filippo di Fragalà, le piazzette e i vicoli ricchi di fascino, dove il tempo sembra essersi fermato. “E’ in via di definizione, con l’inserimento degli ultimi dettagli, la ricca programmazione per domenica e lunedì prossimi (8 e 9 novembre)”, dichiara l’assessore Marco Imbroscì, ”mentre è frenetico il lavoro della macchina dell’accoglienza per garantire una giusta ospitalità ai numerosi turisti che, come sempre, saranno presenti e animeranno la manifestazione autunnale frazzanese”.

    locandina 2

    Si parte sabato 7 novembre di buon ora; nella mattinata è infatti prevista un’escursione nel territorio di Frazzanò, in collaborazione con gli esperti dell’associazione micologica “Bernardino” di Ucria, dedicata agli alunni dell’istituto comprensivo. I funghi che verranno raccolti serviranno ad allestire una mostra micologica, curata dai micologi ucriesi, presso la sala ex-bibilioteca. Altro atteso momento, è l’allestimento della mostra-mercato artigianale; moltissime le adesioni da parte di artigiani, produttori di prodotti tipici all’evento che dà la possibilità di farsi conoscere e apprezzare. La kermesse si arricchirà, in serata , della degustazione di un ampia offerta gastronomica: risotto ai funghi, salsiccia e porchetta di Suino Nero dei Nebrodi accompagnate da ottimi funghi trifolati, pane casereccio e dell’ottimo vino novello in onore, appunto, di San Martino.
    Anche in questa edizione si svolgerà il concorso eno-gastronomico “Miglior Piatto”, domenica 8 novembre, alle ore 19:30, presso gli antichi magazzini della Famiglia Fragale e verrà aggiunto un premio, assegnato da una giuria tecnica, esperta nel settore. I piatti saranno realizzati in forma anonima per non influenzare il voto e saranno valutati tra gli altri da: Gioacchino Sensale (Chef di cucina), Andrea Finocchiaro (Chef di cucina e Presidente Ristoworld Italy), Marcello Proietto Di Silvestro (Direttore Responsabile Ristonews), e dal Prof. Ignazio Santangelo (Docente di cucina, Istituto Alberghiero di Brolo). I ristoranti che prenderanno parte al concorso sono i seguenti: Ristorante-Pizzeria “Manhattan” e Trattoria “Da Tonino” di Mirto, Ristorante-Pizzeria “Scacco Matto” di Frazzanò, Ristorante-Pizzeria “Il Canalotto” e Trattoria “La Petrusa” di Longi, Ristorante-Pizzeria “La Rotonda” e Agriturismo “Margherita” di Galati Mamertino.
    Inoltre è previsto, presso la Sala Consiliare del Comune di Frazzanò, il convegno “Olio Extravergine d’Oliva, Benefici economici e implicazioni sulla salute”. Interverranno durante l’incontro l’Ing. Basilio Ridolfo (Sindaco del Comune di Ficarra e Presidente Associazione Nazionale “Città dell’Olio – Regione Sicilia”), Francesco Calanna (Presidente Gal Nebrodi Plus), Saro Gugliotta (Presidente Slow Food Sicilia), Vittoria Piccolo (Titolare omonima azienda agricola, produttrice di olio extravergine di minuta, Presidio Slow Food), il Dott. Pippo Ricciardo (Dirigente Responsabile SOAT di Sant’Agata di Militello) e Fulvio Pirrotti (Proprietario di frantoio con produzione di olio a freddo).

    locandina 3

    Sul fronte dell’intrattenimento, ci saranno i concerti dei “Malarazza 100% Terrone” e dei “Siculanti”; I “Malarazza 100% Terrone” rappresentano il biglietto da visita di un nuovo filone musicale rock/folk siciliano, forti di un apprezzamento di pubblico in continua espansione nei vari Festival e ambienti, in cui si può ascoltare della buona musica. I “Malarazza”, da anni attivi nel sottobosco musicale siciliano, propongono melodie coinvolgenti e ricche di sonorità tipiche siciliane, rieditate in chiave rock. I loro brani spaziano dalla protesta verso una politica corrotta e mafiosa e il disagio di un popolo da sempre oppresso, a stati d’animo e di sentimento umani. La band nasce nella metà degli anni 2000, suonando in locali tra San Giovanni Gemini e paesi circostanti. Nel 2012 i “Malarazza” partecipano alla seconda edizione del Festival “Sikania Music Fest”, tenutosi a Bivona in provincia di Agrigento, e si aggiudicano il primo posto. Nell’estate dello stesso anno incidono il loro primo album (interamente autoprodotto), dal titolo “Sicilia Mia”. Nel 2013 il gruppo folk/rock compone una canzone su Peppino Impastato, intitolata “Felicia”; il testo è tratto dalla poesia “La Matri di Pippinu” di Umberto Santino. Nel 2014 esce un brano, “Zio Pino”, che parla di Don Pino Puglisi e che riscuote un grande successo a livello regionale e un’esplosione di visualizzazioni, condivisioni e consensi sul web. La band è così costituita: Piero Sciacchitano (voce e chitarra acustica), Giulio Esposto (cori e basso elettrico), Roberto Ligammari (batteria), Salvatore Alessi (cori, chitarra elettrica, mandolino, violino, banjio, tastiera) e Giuseppe Amormino (fisarmonica).
     I “Siculanti” sono una formazione musicale, che propone un innovativo folk-fusion con suoni moderni freschi e originali, rivolti direttamente all’ascoltatore nella sua più semplice essenza. Il progetto “Siculanti”, nato da un’idea di Davide Di Pane e Lorenzo Cangemi, ha preso forma come band nell’estate del 2013; da allora comincia un percorso musicale con numerose fasi di crescita. Il nome “Siculanti” è stato scelto dai componenti del gruppo, per riprendere il genere musicale e la regione in cui loro stessi vivono. La formazione della band è composta da: Davide Di Pane (voce e chitarra), Lorenzo Cangemi (fisarmonica e fiati), Daniele Castrovinci (basso elettrico), Filippo Ravì Pinto (chitarra elettrica) e Giuseppe Liirò (caijon e batteria).

    Condividi:
    giuseppe.spignola (at) anni60news.com Giuseppe Spignola, giornalista, autore, speaker e conduttore radio/tv. Sono da sempre un grande appassionato di musica, media, giornalismo e comunicazione. Già dalla giovane età (sono nato nel luglio del 1975), ho cominciato a frequentare il mondo della radio e dei media in generale, seguendone costantemente l’evoluzione tecnologica, aggiornandomi e facendo diventare la mia passione un vero e proprio lavoro che svolgo da professionista ormai da oltre vent’anni di cui quasi dieci in forza al gruppo Radio Italia con esperienze di lavoro anche in ambito nazionale presso la sede centrale di Milano del Gruppo. Dal 2010 organico di Radio Italia Anni 60 (Eventi Srl); dal 2012 iscritto all’Albo Nazionale dei Giornalisti nell’elenco Pubblicisti, sono redattore di anni60news.com, collaboro con il Giornale di Sicilia e con alcune emittenti televisive. Nella mia attività, organizzo e presento eventi di informazione, intrattenimento e varietà; il mio primo amore però è la radio dove curo e conduco ogni giorno il programma Anni 60 Magazine che si occupa anche di rubriche e interviste che faccio a vari personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura, della politica e della società. Sono un cultore della musica e dello stile di vita degli anni 80; amo i motori: in particolare la Vespa e le auto. Nel tempo libero viaggio, ascolto, osservo, scrivo, leggo.