La Fip regionale si è radunata a Capo d’Orlando

    La Fip regionale si è radunata a Capo d’Orlando

    L’Hotel Il Mulino di Capo d’Orlando ha ospitato il Consiglio Direttivo della FIP Regionale, presieduto da Antonio Rescifina, ed una riunione tecnica tra dirigenti e RTT del Progetto Azzurri/CTF ed Antonio Bocchino. Il Consiglio Regionale ha approvato la variazione di budget resasi necessaria per l’aumento del numero di gare regionali rispetto a quanto previsto in sede di preventivo. Il Consiglio Direttivo, considerato che tutte le disposizioni inerenti all’utilizzo dei defibrillatori saranno obbligatorie a partire dal 1° gennaio 2016, ha deciso di organizzare, come già fatto negli anni passati, tre corsi a Siracusa, a Palermo e a Caltanissetta. Infine nominati i Referenti Tecnici Provinciali del Progetto Azzurri e del Centro Tecnico Federale che per Messina è Francesco Paladina. Il Consiglio si è aperto con la relazione del presidente Rescifina sui fatti inerenti alle problematiche informatiche e le relative denunce inoltrate agli organi di giustizia. I consiglieri hanno presentato un documento che verrà inviato alla Federazione centrale. In merito alla convenzione tra la FIP e l’Università degli Studi di Messina, il Presidente ha comunicato con soddisfazione che permetterà agli studenti del Cdl in Scienze Motorie, Sport e Salute di avere riconosciute le qualifiche di Istruttore Minibasket o Allievo Allenatore oltre alla possibilità di tirocinio “Job Placement” e qualifiche arbitro o udc, quest’ultime in via di definizion.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.