Basket, nella sesta di serie A la Betaland cerca a Caserta il...

    Basket, nella sesta di serie A la Betaland cerca a Caserta il poker

    CAPO D’ORLANDO Dopo il doppio impegno casalingo, la Betaland Capo d’Orlando affronta domani alle 18.15 al Palamaggiò la Pasta Reggia Caserta, per la sesta giornata del campionato di Serie A Beko, arbitri Taurino, Bartoli e Di Francesco, derby del sud con due precedenti ai massimi livelli, entrambi vinti la scorsa stagione dai paladini anche se di contro il coach di casa Dell’Agnello vanta il 2-0 su Griccioli avendo vinto con Pesaro sempre nello scorso torneo. Ma il precedente più fresco è quello della finale del memorial Basciano a Trapani vinta nuovamente dal quintetto orlandino per 79-68 con Jasaitis a quota 17, doppia doppia per Oriakhi (14 punti e 15 rimbalzi), 11 per Ilievski e 10 per Basile e Nicevic, mentre l’unico ex della sfida, Dario Hunt, ha straperso il confronto diretto con il suo successore. Da 4 stagioni Caserta perde alla sesta giornata ed i biancoazzurri, pur menomati dalle assenze di Stojanovic e Ilievski e con Bowers in forse fino alla palla a due, sono decisi a far rispettare la cabala. Sono di fronte le due migliori squadre nei rimbalzi difensivi: 31.2 la media Betaland, 29.6 quella bianconera. Capo d’Orlando e Caserta sono le due squadre che concedono la peggior percentuale da 3 punti agli avversari: 26.0 (27/104) la Betaland, 26.7 (35/131) i locali. Passando ai roster Caserta sarà per la prima volta al gran completo con il debutto del playmaker Peyton Siva ed il ritorno di Bobby Jones, con Viktor Gaddefors a giocare ed El Amin che finirà in tribuna per l’eccesso di stranieri i cui forfait finora hanno permesso a Caserta di essere la terza in serie A per impiego di italiani con 442′, pari al 43,12%, con 3 italiani (formati) con almeno 15′ di media in campo. Ed a proposito di giocatori nostrani la Betaland si aggrappa al pugliese Tommaso Laquintana per guidarla in cabina di regia, con la possibilità di impiegare il totem Basile per qualche minuto e l’esordiente assoluto Mario Ihring, slovacco, come prima vera alternativa ad appena 17 anni e con un talento puro che in allenamento fa faville. “Siamo dispiaciuti per l’ultima sconfitta – spiega Laquintana, legato al club fino al 2019 -, ma dobbiamo ripartire già da Caserta anche se mancherà Iliesvki. Però siamo carichi. I nostri senatori ci danno dei consigli incredibili ogni giorno. In particolare Basile per me è come un padre, mi spiega tutto sia dentro che fuori dal campo, mi porta anche a pescare. Sono molto felice ed emozionato di giocare con loro, siamo un grande gruppo. Sia io che Zoltan Perl non abbiamo paura – prosegue il playmaker pugliese – fosse per me giocherei sempre nei finali di partita perché mi piace troppo. I grandi ci danno molta fiducia, ma anche noi vogliamo prenderci le nostre responsabilità anche se per queste c’è anche un giocatore clamoroso, cammina e domina. Fa tutto con tranquillità e ci fa vincere le partite. Finora ne abbiamo conquistate 3 su 5 rimpiangendo il modo con cui sono arrivati i 2 ko. In ogni caso sogniamo il viaggio a Milano per le Final Eight ma intanto restiamo con i piedi per terra e pensiamo alla salvezza”.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.