Alti e bassi per le maggiori squadre di pallavolo provinciali

    Alti e bassi per le maggiori squadre di pallavolo provinciali

    S. TERESA DI RIVA Mentre nel girone C della serie B1 maschile l’Ancona & Palmizio Brolo continua a collezionare pesanti ko (l’ultimo ieri a Lagonegro per 3-0, parziali 25-13, 25-14, 28-26) e nel gruppo H di B2 oggi alle 18 la Ricciardello Brolo attende il Palermo per avvicinarsi ai vertici, in B1 femminile il MAM Volley S. Teresa Volley liquida con un rotondo 3-0 l’Aprilia, giunta in riva allo stretto forte di una classifica che lo vedeva al secondo posto con otto punti e tre vittorie in altrettante gare. La contesa non è stata mai in discussione ed i parziali, netti, mettono in evidenza la differenza palesatasi durante i tre set. Quello che al fischio finale appare un match facile alla vigilia non lo è stato per nulla per Mazzulla e compagne che reduci da due sconfitte consecutive hanno dovuto partire in extremis l’assenza del forte libero Federica Pietrangeli. Un risultato fondamentale che giunge in un momento molto difficile per il team messinese che ha scaricato sul tappeto di gioco tutta la voglia di riprendere il cammino iniziato nella gara di apertura e poi smarrito nei successivi due incontri. Deteminante ai fini del risultato l’attività al servizio – con nove punti diretti quattro cadauno Composto e Cortelazzo – che ha messo in difficoltà la ricezione ospite. Bene pure il lavoro a muro con nove marcature di squadra. Il resto lo hanno fatto gli avversari con ben 26 errori nello score finale. Una vittoria che serve a fare morale ed a girare pagina in quello che poteva diventare un pericoloso trend negativo. Non bisogna esaltarsi troppo per i tre punti conquistati come non bisognava deprimersi oltremodo per le sconfitte precedenti. Il torneo in questa fase iniziale attraversa un periodo di assestamento con i valori reali dei roster in competizione che usciranno fuori alla lunga. In casa Mam c’è ancora molto lavoro da compiere come dimostrano le non brillantissime percentuali in attacco. Il tempo volge a favore della squadra allenata da Vincenzo Rondinelli che ha ancora notevoli margini di miglioramento. Tonino Federici, coach Giò Aprilia “abbiamo perso meritatamente contro una squadra che tecnicamente sta sopra di noi. Il nostro obiettivo è la salvezza ed i risultati delle prime giornate ci possono fare solo piacere”. Vincenzo Rondinelli, allenatore di casa “molte bene le mie ragazze a superare le difficoltà dovute soprattutto all’assenza del libero titolare, brava Mazzulla ad adattarsi al ruolo e brave tutte le altre a reagire con forza alle due sconfitte consecutive ed all’inizio non dei migliori. Piano piano siamo venuti fuori con veemenza ed abbiamo centrato il risultato pieno. Ci aspetta ancora tanto lavoro sul piano tattico per vedere messa in pratica la pallavolo che ho in testa io”.
    TABELLINO
    MAM VOLLEY S. TERESA – GIÒ VOLLEY APRILIA 3-0 (25-19. 25-17. 25-16)
    MAM VOLLEY S. TERESA: Rotondo 7, Ferro 8, Agostinetto 2, Composto 8, Cortelazzo 11, Ruberti 13, Mazzulla (L), Caruso, Bilardi, Triolo (L 2), Saporito, Orlando. ALL : Rondinelli
    GIÒ VOLLEY APRILIA: Kranner 3, Caponi 4, David 6, Gatto 2, Mazzoni 6, Gioia 12, Lanzi (L), Mucciola, Antonaci. ALL: Federici
    ARBITRO: Lucia Calafiore da Solarino (SR)
    SECONDO: Vincenzo Emma da Pietraperzia (EN)

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.