Calcio, in Eccellenza la cenerentola Orlandina vuole diventare principessa a Modica

    Calcio, in Eccellenza la cenerentola Orlandina vuole diventare principessa a Modica

    L’Orlandina calcio si gioca quasi un’intera stagione tra oggi e domenica prossima visto che nel girone B di Eccellenza sfida due delle probabili concorrenti alla salvezza, Modica, in trasferta, ed Atletico Catania, al Ciccino Micale. I biancoazzurri allenati da Nicola Ferrara, finora sempre battuti nelle prime otto giornate di campionato, dalle 14.30 saranno di scena sul campo ibleo contro un avversario salito a quota 7 poichè reduce dal 2-1 di mercoledi sul campo del Forza Calcio Messina proprio sotto gli occhi interessati del tecnico cavese e del vice presidente Nino Vitale. Tra i locali out per squalifica Priola e Talarico, nelle file dei paladini Di Giacomo. Arbitrerà Fabrizio Arcidiacono di Acireale, assistenti Vincenzo Donzello di Siracusa e Gianluca Viglianesi di Catania. “Nessuna causa è persa finchè rimane anche un solo folle a lottare per essa”, afferma Nicola Ferrara, che da tecnico ha incassato tre delle sconfitte ma solo quella di Palazzolo senza quasi lottare, mentre soprattutto sette giorni fa contro il Milazzo sul neutro di Rocca Caprileone, la sua squadra ha lottato praticamente alla pari con i cugini. “Diciamo che un pareggio ci poteva stare e se non ci avessero annullato un gol potevamo conquistarlo – conferma Ferrara – ma in ogni caso la prova dei ragazzi mi e ci conforta nella lotta salvezza che non è assolutamente compromessa. E’ chiaro che siamo indietro, anzi non siamo ancora partiti, ma la squadra solo ora sta recuperando una buona condizione fisica poichè quando sono arrivato l’autonomia non era molta. Gli allenamenti e le sedute in palestra del mercoledi ci stanno facendo acquisire una condizione che ci può consentire di affrontare almeno alla pari ogni avversario a partire dal Modica, gara che per noi potrebbe rappresentare la svolta che cerchiamo per iniziare a risalire la china”. Comunque vada anche il morale della truppa è buono poichè il gruppo è unito e vive in armonia a dispetto della classifica che da oggi, però, potrebbe essere meno disastrosa.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.