Raid notturno al Comune di Merì, un arresto e una denuncia

    Raid notturno al Comune di Merì, un arresto e una denuncia

    repertorio

    MERI’ – I Carabinieri di Merì hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di tentato furto aggravato in concorso, un 18enne di Barcellona Pozzo di Gotto, e denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Messina, per lo stesso reato, un minore di anni 15, C.F., anch’egli di Barcellona P.G..
    I due giovani sono stati presi dai militari proprio mentre stavano forzando una macchinetta distributore di bevande e snack all’interno del palazzo municipale di Merì. Non era la prima volta che la sede del Municipio fosse oggetto di raid notturni. In diverse occasioni, infatti, le macchinette che distribuiscono caffè e bevande sono state vandalizzate e scassinate per prelevare il denaro contenuto. Proprio a seguito di queste segnalazioni, i Carabinieri hanno predisposto un servizio specifico di osservazione all’interno e all’esterno della struttura. Stanotte i due malviventi, una volta forzata la porta d’ingresso, hanno provato a consumare l’ennesimo furto ma sono stati tempestivamente bloccati dai Carabinieri. Mentre il 18enne è rimasto all’esterno del Comune facendo da “palo”, il minorenne ha raggiunto il distributore automatico e ha iniziato a forzarlo scuotendolo e scaraventandolo al suolo. Immediatamente sono intervenuti i Carabinieri che si erano nascosti all’interno del Comune che lo hanno fermato impedendogli la fuga. Il giovane 18enne, resosi conto di quanto stava accadendo, ha cercato invano di darsi alla fuga ma veniva prontamente raggiunto e bloccato dagli altri Carabinieri che erano appostati all’esterno del Comune.
    Il 18enne è stato dichiarato in arresto ed è, come disposto da Sost. Proc. Francesco Monaco della Procura di Barcellona P.G., attualmente ristretto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida che si terrà verosimilmente nella giornata di domani. Mentre il suo complice minorenne è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Messina. I Carabinieri di Merì stanno svolgendo ulteriori indagini al fine di accertare se i due sono gli stessi autori dei due furti perpetrati nei giorni precedenti.

    Condividi: