S.Stefano e la settimana europea per la riduzione dei rifiuti

    S.Stefano e la settimana europea per la riduzione dei rifiuti

    Santo Stefano – E’ uno dei temi centrali dell’agenda mondiale. Di rifiuti si parla a tutti i livelli, si studiano soluzioni, si analizzano strategie, e soprattutto si creca di sensibilizzare istituzioni e cittadini. Nella città delle ceramiche, a porsi quest’ultimo obiettivo è il gruppo “sprecozero” coordinato da Rita Torcivia, consigliere di opposizione del gruppo “Vivere Santo Stefano”. Dal 21 al 29 novembre 2015, sotto l’alto patrocinio del parlamento europeo, si terrà la settima edizione della “SERR” settimana europea per la riduzione dei rifiuti ed il gruppo “spreco zero” chiede all’amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Re di iscriversi per partecipare. La “SERR” è nata all’interno del programma LIFE+ della Commissione europea con l’obiettivo primario di sensibilizzare le istituzioni ed i consumatori sulle strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti. Tema di quest’anno è la dematerializzazione, cioè la riduzione o l’eliminazione dell’uso di materiali nello svolgimento di una funzione, nell’erogazione di un servizio, e/o la sostituzione di un bene con un servizio. Esempi: la digitalizzazione dei documenti e l’informatizzazione dei processi e delle comunicazioni (es. il pagamento di bollette online, l’acquisto di biglietti elettronici ecc.), ma anche la condivisione di uno stesso bene fra più persone con il conseguente passaggio dal possesso all’utilizzo (es. il car sharing), e il riutilizzo di un bene, all’eliminazione o all’alleggerimento di un imballaggio. Ci si potrà iscrivere alla SERR 2015 fino al 12 novembre esclusivamente collegandosi al sito www.ewwr.eu e registrando la propria azione. “Anche la creazione di una semplice azione – dichiara Rita Torcivia – può essere un passo avanti verso un utilizzo delle risorse sempre più razionale e consapevole, per questo chiediamo all’amministrazione comunale di aderire alle SERR entro i tempi previsti”.

    Condividi: