Brolo, da martedì 17 riprendono le vaccinazioni al poliambulatorio

    Brolo, da martedì 17 riprendono le vaccinazioni al poliambulatorio

    BROLO – Dal 17 novembre si ritorna a vaccinare i bambini al “poliambulatorio” di Brolo. “Una grande soddisfazione per tutti – ha detto Irene Ricciardello presente all’incontro promosso dall’Asl a Brolo venerdì scorso – che premia l’impegno della componente politica, il buon senso degli operatori, la disponibilità dei vertici dell’Asl”.
    Presenti a Brolo, venerdì scorso i vertici della struttura sanitaria del distretto pattese, rappresentati dai dottori Pipitò e Puglisi, molti medici di base e specialisti provenienti dai centri di Piraino, Gioiosa Marea, Sant’Angelo di Brolo e ovviamente dalla stessa Brolo, la componente politico-amministrativa locale rappresentata dal sindaco Irene Ricciardello e dall’assessore alle politiche sociali Marisa Briguglio, all’incontro svoltosi presso la sala multimediale “Rita Atria”. Un incontro tecnico per fare il punto sulle problematiche legate alle vaccinazioni, suoi ruoli del medici, sulle responsabilità di chi deve effettuare quest’importante attività preventiva.

    In foto da sinistra: i dottori Pipitò e Puglisi, il sindaco di Brolo Irene Ricciardello e l'assessore Briguglio
    In foto da sinistra: i dottori Pipitò e Puglisi, il sindaco di Brolo Irene Ricciardello e l’assessore Briguglio
    Tutti concordi sulla necessità della profilassi sopratutto per quanto concerne i bambini. Tutti pronti, tra la novità emerse dal dibattito brolese, ad innovare le procedure, snellendolo nella fase della scelta del medico, ridando i ruoli agli uffici anagrafe dei comuni di monitore e avviare le procedure sempre in sintonia con i presidi medici, ma la novità importante è che dal prossimo 17 novembre ritornerà operativa, per quanto riguarda le vaccinazioni, la sede di Brolo ubica all’interno del poliambulatorio. “Avevano da tempo sollecitato l’Asp, dice Irene Ricciarello, accogliendo le istanze e le richieste di tante famiglie, giovani genitori, personale medico-sanitario…  avevamo scritto e richiesto il ripristino del servizio, che ora è nuovamente operativo. Di questo siamo soddisfatti e nel contempo ringraziare le disponibilità avuto che ora si sono concretizzate”. (Comunicato stampa)

    Condividi:
    Giornalista professionista da marzo 2015, dal 2007 giornalista pubblicista. Avevo 20 anni la prima volta che ho messo piede in una redazione e non ne sono più uscita: ho iniziato a fare questo mestiere per caso e lo svolgo da un decennio, approfondendo l’esperienza e gli insegnamenti acquisiti “sul campo” con una laurea triennale in Tecnologie della comunicazione, all’Università di Messina nel 2007, e con la specialistica in Editoria, media e giornalismo a Urbino nel 2015. Ho una formazione e una esperienza “multimediale”: tv, radio, carta stampata, web. Ho curato, e curo tutt’ora, articoli, notiziari, approfondimenti, interviste, reportage, programmi e rubriche anche di respiro nazionale e internazionale. Conduco anche manifestazioni ed eventi di vario genere. Ho partecipato a numerosi scambi giovanili e workshop su vari temi (economico-sociali-istituzionali), in Italia e all’estero, mi piace conoscere sempre cose e persone nuove, non mi stanco mai di imparare. Mi occupo anche di politiche giovanili, progettazione europea, sviluppo valorizzazione e promozione del territorio, cultura, turismo, tradizioni popolari e iniziative legate al mondo rurale. Sono impegnata nel sociale e presiedo un’associazione culturale. Se potessi, vivrei viaggiando. Fin dall’inizio di questa avventura, sono la responsabile del progetto editoriale Anni60news.com.