Art Therapy: la nuova tendenza social

    Art Therapy: la nuova tendenza social

    REDAZIONE – “A volte le parole non bastano.
E allora servono i colori (…)” Potremo riassumere così, con le parole dello scrittore Alessandro Baricco, la nuova tendenza “Art Therapy” ovvero usare l’arte come terapia, che si sta pian piano diffondendo anche in Italia.

    Dopo la Francia e l’Inghilterra anche il nostro bel Paese scopre i benefici terapeutici del colorare per curare i più comuni disturbi. Non bisogna essere novelli Picasso e nemmeno Monet per poter dare libero sfogo alla fantasia attraverso matite colorate, pastelli, acquarelli e pennarelli, liberando cosi la mente dai cattivi pensieri e dallo stress Un passatempo rigenerativo che i bambini fanno da sempre per imparare, e che gli adulti riscoprono solamente adesso: colorare, quindi, non solo aiuta a rilassarsi ma riaccende anche la creatività.

    Una tendenza che si è diffusa non solo in Europa ma anche negli Stati Uniti, dove sta riscuotendo un grande successo con schiere di mamme, mogli e figlie, che da sole o in piccoli gruppi, si dedicano al passatempo del momento. L’Art Therapy non ha solo benefici terapeutici ma sta diventando piano piano un vero e proprio fenomeno sociale. Grazie al potere dei colori, infatti, si ritrovano vecchie conoscenze o nascono nuove amicizie in casa, nei cafè, al parco, e in libreria. Colorare – secondo gli esperti – ha un potere terapeutico soprattutto se gli dedichiamo un po’ di tempo la sera prima di andare a dormire, perché questa attività consente di calmare la mente, di stemperare l’ansia e di allentare le tensioni accumulate durante la giornata.

    Ma come può colorare essere una forma efficace di arte terapia e un modo per combattere lo stress ?

    Già agli inizi del 900 uno dei padri della psicanalisi, Carl Gustav Jung, aveva riconosciuto i benefici del disegno per la salute. Quando coloriamo l’attenzione è completamente assorbita da quello che facciamo: scegliere le tonalità che stanno meglio vicine, cercare di restare all’interno dei contorni del disegno. Tutto ciò che è al di fuori scompare. Di conseguenza, la mente si sgombra ed anche il corpo si rilassa. Le librerie hanno iniziato a popolarsi di libri di art therapy con immagini da colorare pensati apposta per gli adulti: dalle foreste ai giardini fiorati, dai temi sul Giappone agli animali, sino ai più famosi Mandala (immagini circolari spirituali induiste e buddhiste). In Italia la showgirl Alessia Marcuzzi pubblicherà un volume dedicato al “Art Therapy” ,edito Rizzoli, e dal titolo“la Pinella a colori” (dal nome del suo seguitissimo blog).

    A questo punto non ci resta che prendere i colori ed iniziare a liberare la mente dai brutti pensieri.

     

     

    Condividi: