Basket, la Betaland prepara le trappole per far cadere Cremona

    Basket, la Betaland prepara le trappole per far cadere Cremona

    La presentazione ufficiale del più giovane, Voijslav Stojanovic, guardia 18enne che, però, se va bene, smaltirà del tutto l’infortunio tra fine novembre ed inizio dicembre, ed i numeri di uno dei grandi vecchi, capitan Sandro Nicevic, 8/8 dalla lunetta, record personale in Serie A, che migliora il 7/7 stabilito oltre 6 anni fa (17/10/2009 Benetton-Lottomatica 92-85), nel ko di Caserta, ridanno fiato alle speranze della Betaland di superare fin da domenica prossima contro Cremona la mini crisi di risultati in serie A, peraltro dovuta ai disastri del primo quarto con Varese e dell’ultimo nella tana della Juve. Ancora senza il playmaker Ilievski, toccherà a Laquintana ed Ihring, 37 anni in due, guidare in cabina di regia un gioco che ha accusato qualche battuta a vuoto nonostante il 39enne croato sia alla quinta gara consecutiva in doppia cifra dopo i 9 punti dell’esordio stagionale contro Cantù, con la voglia di superare il suo high è di 8 partite di fila con 10 o più punti, che risale alla stagione 2008/09. Sarà dura contro una Cremona che la scorsa stagione vinse al PalaFantozzi dopo aver perso in casa all’andata, e che vanta una panchina lunga ed affidabile visto che, come Milano, arrivano più punti dalle riserve (226) che da chi parte in quintetto (221). I numeri indicano nella difesa la chiave dei 3 successi lombardi, il che, con un attacco paladino asfittico, non è l’ideale. La tifoseria certamente tributerà il giusto omaggio all’ex, forse oggi rimpianto da qualcuno, Tyrus McGee che con il 3/3 contro Reggio Emilia ha portato a quota 16 la propria striscia aperta di tiri liberi segnati consecutivamente e che, con il 90.9% (20/22), guida la classifica dei migliori tiratori dalla lunetta di Serie A ed è in lizza per l’edizione 2016 dell’All Star Game che è stato appena assegnato a Trento per svolgersi domenica 10 gennaio, con piacevoli intermezzi l’attesissima “gara delle schiacciate” e la “sfida del tiro da tre punti”. Per il match di domenica 15 alle 18.15 sorteggiati Dino Seghetti, Michele Rossi ed Evangelista Caiazza, finora mai designati in questa stagione con i biancoazzurri.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.