Le polpette di Zio Marrabbio arrivano in Italia

    Le polpette di Zio Marrabbio arrivano in Italia

    MILANO – Cari nostalgici dei vecchi cartoni animati, preparate pancia e valigia: zio Marrabbio è arrivato in Italia! Ogni fan di Kiss me Licia avrà almeno una volta nella vita sognato di mangiare le famose polpette preparate sui tipici tavoli arroventati dell’anime, così c’è chi ha ben pensato di realizzare questa idea. A Milano, infatti, da qualche tempo via Savona odora di okonomiyaki, le frittelle ipercondite che piacevano tanto ad Andrea e al suo goloso amico Giuliano. Design essenziale, arredamento shabby e fumanti piastre teppan si mescolano al profumato vortice esotico di riso e carne che delizia i clienti seduti ai 20 coperti disponibili. Ma state tranquilli: il ristorante Maido abbandona la rigida raffinatezza giapponese per approdare alle sponde dello street food, cosicché chiunque può assaporare il suo cibo preferito in completa velocità e ovunque preferisca. Attenzione, però, a come vi vestite e agghindate i capelli o a quale musica ascoltate perché lo sguardo severo di zio Marrabbio vi scruta severo dall’alto del suo ritratto affisso al muro.
    L’idea di aprire i battenti del nuovo locale è di Costanza Zanolini, Micol Norsa e Tomolo Corti, che hanno deciso di dare al progetto un nome amichevole: Maido, cioè “ciao” nel dialetto di Osaka, perchè per la cucina «certo il loro cuore palpita d’amore».

    Articolo di Claudia Rodano per Voci di Città.

    Condividi:
    Giornalista professionista da marzo 2015, dal 2007 giornalista pubblicista. Avevo 20 anni la prima volta che ho messo piede in una redazione e non ne sono più uscita: ho iniziato a fare questo mestiere per caso e lo svolgo da un decennio, approfondendo l’esperienza e gli insegnamenti acquisiti “sul campo” con una laurea triennale in Tecnologie della comunicazione, all’Università di Messina nel 2007, e con la specialistica in Editoria, media e giornalismo a Urbino nel 2015. Ho una formazione e una esperienza “multimediale”: tv, radio, carta stampata, web. Ho curato, e curo tutt’ora, articoli, notiziari, approfondimenti, interviste, reportage, programmi e rubriche anche di respiro nazionale e internazionale. Conduco anche manifestazioni ed eventi di vario genere. Ho partecipato a numerosi scambi giovanili e workshop su vari temi (economico-sociali-istituzionali), in Italia e all’estero, mi piace conoscere sempre cose e persone nuove, non mi stanco mai di imparare. Mi occupo anche di politiche giovanili, progettazione europea, sviluppo valorizzazione e promozione del territorio, cultura, turismo, tradizioni popolari e iniziative legate al mondo rurale. Sono impegnata nel sociale e presiedo un’associazione culturale. Se potessi, vivrei viaggiando. Fin dall’inizio di questa avventura, sono la responsabile del progetto editoriale Anni60news.com.