Terrorismo a Parigi, la solidarietà della Sicilia. Oggi manifestazione a Palermo, lunedì...

    Terrorismo a Parigi, la solidarietà della Sicilia. Oggi manifestazione a Palermo, lunedì lutto cittadino

    Bandiere listate a lutto all'Eliseo. Foto EPA/YOAN VALAT

    PALERMO – “Per dire No! No al terrorismo. No all’estremismo religioso. No alla guerra. E soprattutto No alla paura!”. Con queste parole la Consulta delle Culture e l’amministrazione comunale hanno convocato per oggi alle 16 un sit-in di solidarietà con i cittadini e le cittadine di Parigi. L’appuntamento è alle 16 in piazza Verdi (Teatro Massimo).
    La Giunta comunale di Palermo ha deciso che, da oggi sino a lunedì, siano esposte a mezz’asta le bandiere in tutti gli uffici comunali e, per la giornata di lunedì, è stato dichiarato il lutto cittadino. Gli spettacoli teatrali nelle strutture cittadine saranno precedute da un minuto di silenzio e stasera il Teatro Massimo sarà illuminato
    all’esterno con i colori della bandiera francese. “Mai come ora – dichiara il sindaco Leoluca Orlando a nome di tutta l’Amministrazione – è necessario mostrare solidarietà e coesione nel rifiutare qualsiasi forma di violenza e di estremismo barbaro”.
    Solidarietà unanime per le vittime e la società francese da gran parte delle amministrazioni comunali della provincia di Messina.
    parigi
    Intanto sono state innalzate le misure di sicurezza in Italia subito dopo i fatti di Parigi.I vertici delle forze dell’ ordine hanno immediatamente deciso di rafforzare i controlli e il monitoraggio delle aree considerate più a rischio. In particolare, è stato disposto un rafforzamento delle misure di sicurezza sugli obiettivi riconducibili alla Francia a Roma e Milano. “L’antiterrorismo – assicura Alfano – è in costante contatto con i colleghi francesi anche allo scopo di disporre ulteriori interventi preventivi”. (ANSA)

    Condividi:
    Giornalista professionista da marzo 2015, dal 2007 giornalista pubblicista. Avevo 20 anni la prima volta che ho messo piede in una redazione e non ne sono più uscita: ho iniziato a fare questo mestiere per caso e lo svolgo da un decennio, approfondendo l’esperienza e gli insegnamenti acquisiti “sul campo” con una laurea triennale in Tecnologie della comunicazione, all’Università di Messina nel 2007, e con la specialistica in Editoria, media e giornalismo a Urbino nel 2015. Ho una formazione e una esperienza “multimediale”: tv, radio, carta stampata, web. Ho curato, e curo tutt’ora, articoli, notiziari, approfondimenti, interviste, reportage, programmi e rubriche anche di respiro nazionale e internazionale. Conduco anche manifestazioni ed eventi di vario genere. Ho partecipato a numerosi scambi giovanili e workshop su vari temi (economico-sociali-istituzionali), in Italia e all’estero, mi piace conoscere sempre cose e persone nuove, non mi stanco mai di imparare. Mi occupo anche di politiche giovanili, progettazione europea, sviluppo valorizzazione e promozione del territorio, cultura, turismo, tradizioni popolari e iniziative legate al mondo rurale. Sono impegnata nel sociale e presiedo un’associazione culturale. Se potessi, vivrei viaggiando. Fin dall’inizio di questa avventura, sono la responsabile del progetto editoriale Anni60news.com.