Germanà rinviato a giudizio per diffamazione. La replica: “Non ho infangato il...

    Germanà rinviato a giudizio per diffamazione. La replica: “Non ho infangato il buon nome di nessuno”

    BROLO – Un rinvio a giudizio per diffamazione per Nino Germanà, deputato dell’Assemblea Regionale Siciliana. Si tratta di uno strascico dalla campagna elettorale che, nel maggio 2014, portò all’elezione dell’attuale sindaco Irene Ricciardello dopo le dimissioni di Salvo Messina. I fatti si riferiscono a un comizio durante il quale Domenico Magistro presentava la lista civica “Per Brolo” che appoggiava la sua candidatura a sindaco; durante le fasi del comizio, Germanà dalla propria abitazione “profferiva frasi diffamatorie e offensive della reputazione dei candidati utilizzando l’appellativo “Ladri!” scrivendolo, poco dopo, anche sulla propria pagina del Facebook”. Nino Germanà fu quindi denunciato da tutti i componenti della lista “Per Brolo” oggetto delle sue invettive. L’udienza è fissata per il 25 febbraio 2016 al Tribunale di Patti.
    “Sono convinto di non avere mai infangato il buon nome di nessuno” replica il deputato regionale. “Da uomo delle istituzioni e prima di tutto da cittadino di Brolo che ama la sua città ho espresso, seppure con toni forti, il mio disappunto rispetto ad un progetto politico in continuità con le precedenti amministrazioni” spiega Germanà in una nota. “I fatti e la successiva inchiesta denominata mutui fantasma hanno scoperchiato un enorme calderone pieno di irregolarità e malefatte. Dandomi ragione di un’opinione che avevo sviluppato” continua. “Per le querele che ho ricevuto in campagna elettorale a Brolo sono certo che la magistratura, chiarirà la esatta portata delle mie dichiarazioni” conclude.

    Condividi:
    Giornalista professionista da marzo 2015, dal 2007 giornalista pubblicista. Avevo 20 anni la prima volta che ho messo piede in una redazione e non ne sono più uscita: ho iniziato a fare questo mestiere per caso e lo svolgo da un decennio, approfondendo l’esperienza e gli insegnamenti acquisiti “sul campo” con una laurea triennale in Tecnologie della comunicazione, all’Università di Messina nel 2007, e con la specialistica in Editoria, media e giornalismo a Urbino nel 2015. Ho una formazione e una esperienza “multimediale”: tv, radio, carta stampata, web. Ho curato, e curo tutt’ora, articoli, notiziari, approfondimenti, interviste, reportage, programmi e rubriche anche di respiro nazionale e internazionale. Conduco anche manifestazioni ed eventi di vario genere. Ho partecipato a numerosi scambi giovanili e workshop su vari temi (economico-sociali-istituzionali), in Italia e all’estero, mi piace conoscere sempre cose e persone nuove, non mi stanco mai di imparare. Mi occupo anche di politiche giovanili, progettazione europea, sviluppo valorizzazione e promozione del territorio, cultura, turismo, tradizioni popolari e iniziative legate al mondo rurale. Sono impegnata nel sociale e presiedo un’associazione culturale. Se potessi, vivrei viaggiando. Fin dall’inizio di questa avventura, sono la responsabile del progetto editoriale Anni60news.com.