La White Tiger Capo d’Orlando continua a ruggire nel kick boxing

    La White Tiger Capo d’Orlando continua a ruggire nel kick boxing

    Tra le 26 società coinvolte e 328 atleti partecipanti al campionato regionale di kick boxing svoltosi a Catania è nuovamente emersa la White Tiger. Infatti gli allievi della palestra di Capo d’Orlando, guidata dai coach Patrizio Calà e Stefania Mazzurra, hanno strappato ottimi risultati conquistando il pass per l’accesso ai campionati interregionali.
    La palestra White Tiger era composta da Ruben Borrello, Leandro Causerano, Chiara Ferrarotto, Martina Gammeri, Francesco Lo Cascio, Calogero Calanni, Carmelo Lo Presti, Mattia Sciuva e Alessandro Mancari. Nella disciplina Point Fighting primo posto per Mancari, categoria -47kg cadetti 13-15 anni, secondo per Gammeri, categoria -55 kg
    Cadetti 13-15 anni e Lo Presti tra gli junior -79 kg. Nel light contact lo stesso Mancari ha trionfato – 47 kg 13-15anni, imitato da Lo Cascio in quella junior -65kg, Gammeri (-55 kg 13-15 anni), Sciuva (1° posto tra i +60kg 13-15anni e 3° nei +69kg jun-senior), Calanni nei -79kg seniores, con Lo Presti 2° nei -79 kg junior. Infine nel kick light il talento di Chiara Ferrarotto le ha permesso di battere tutti nei -50kg e sotto i 55kg seniores. Bravi anche Borrello, 1° nei -84 kg seniores e Causerano, 1° nei -63 kg seniores, Insomma con un bilancio trionfale di 10 medaglie d’oro, 3 argenti ed 1 bronzo la White Tiger è sempre più la numero uno nel kick boxing siciliano.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.