Pesca, 18 milioni nella legge di stabilità per sostegno al reddito dei...

    Pesca, 18 milioni nella legge di stabilità per sostegno al reddito dei pescatori

    Foto di repertorio

    ROMA – Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali comunica che sono stati stanziati 18 milioni di euro con un emendamento alla legge di stabilità per il riconoscimento, per il 2016, della cassa integrazione guadagni in deroga per il settore pesca di cui alla legge n. 92 del 2012. Le risorse vengono reperite nell’ambito del Fondo sociale per l’occupazione e la formazione.
    “L’emendamento approvato oggi alla Commissione Bilancio del Senato si pone l’obiettivo di rifinanziare gli ammortizzatori sociali in deroga per la pesca – sottolinea il sottosegretario Giuseppe Castiglione con delega alla pesca – Queste misure sono necessarie nel settore per tutelare i lavoratori imbarcati in tutti i periodi in cui, per cause diverse, si è costretti a sospendere l’attività, quali ad esempio l’interruzione temporanea della pesca”.
    “Questo risultato – conclude Castiglione – consente di sostenere il reddito degli operatori in un periodo di difficoltà aggravato dall’attuale congiuntura economica nazionale. Il Governo è al lavoro affinché si arrivi a dotare anche il settore della pesca di un sistema strutturato di ammortizzatori sociali alle stesse condizioni alle quali può accedervi il settore agricolo”.

    Condividi:
    Giornalista professionista da marzo 2015, dal 2007 giornalista pubblicista. Avevo 20 anni la prima volta che ho messo piede in una redazione e non ne sono più uscita: ho iniziato a fare questo mestiere per caso e lo svolgo da un decennio, approfondendo l’esperienza e gli insegnamenti acquisiti “sul campo” con una laurea triennale in Tecnologie della comunicazione, all’Università di Messina nel 2007, e con la specialistica in Editoria, media e giornalismo a Urbino nel 2015. Ho una formazione e una esperienza “multimediale”: tv, radio, carta stampata, web. Ho curato, e curo tutt’ora, articoli, notiziari, approfondimenti, interviste, reportage, programmi e rubriche anche di respiro nazionale e internazionale. Conduco anche manifestazioni ed eventi di vario genere. Ho partecipato a numerosi scambi giovanili e workshop su vari temi (economico-sociali-istituzionali), in Italia e all’estero, mi piace conoscere sempre cose e persone nuove, non mi stanco mai di imparare. Mi occupo anche di politiche giovanili, progettazione europea, sviluppo valorizzazione e promozione del territorio, cultura, turismo, tradizioni popolari e iniziative legate al mondo rurale. Sono impegnata nel sociale e presiedo un’associazione culturale. Se potessi, vivrei viaggiando. Fin dall’inizio di questa avventura, sono la responsabile del progetto editoriale Anni60news.com.