Barcellona: la Festa dell’Albero tra ambiente e degustazioni

    Barcellona: la Festa dell’Albero tra ambiente e degustazioni

    BARCELLONA POZZO DI GOTTO – Si è svolta ieri presso l’istituto comprensivo “L. Capuana” la Festa dell’Albero. La campagna promossa da Legambiente era dedicata quest’anno ai cambiamenti climatici. I ragazzi di tutte le età dell’istituto, guidati dalle insegnanti e dal presidente dell’associazione del Longano Carmelo Ceraolo hanno messo a dimora alcuni nuovi alberi lungo la Via degli studi e Via Giovanni Spagnolo negli spazi di ingresso a scuola. “Questa piccola azione simbolica – ha dichiarato il presidente dell’associazione – vuole essere un esempio concreto di rinascita e recupero di uno dei luoghi che nella nostra città ha particolarmente subito le conseguenze di eventi climatici inattesi, come quello avvenuto nel novembre 2011 o a ottobre scorso nella
    frazione di Caldà.

    image1

    “Il tema di quest’anno, la lotta ai cambiamenti climatici, è un tema a noi molto caro – ha ribadito Ceraolo – poiché è ormai evidente quanto gli alberi costituiscano una vera risorsa naturale contro il riscaldamento globale e come la loro presenza garantisca una risposta sicura ed efficace ai danni causati dalle attività umane”.
    La piantumazione dei nuovi alberi ha fatto, inoltre, da cornice ad un bel momento dedicato alla tradizione e alla degustazione dei prodotti tipici autunnali, grazie soprattutto alla partecipazione dei Fungaioli Siciliani.
    “Occorre continuare, con più forza e consapevolezza, a promuovere la qualità ambientale del territorio, a tutelare e valorizzare la biodiversità, il paesaggio, le risorse culturali, a difendere la legalità, a spronare amministratori e cittadini a prendersi cura del proprio territorio e delle risorse disponibili, iniziando dalla scuola e dai bambini che rappresentano il futuro e che dovranno imparare a costruire un mondo all’altezza di sogni “ecosostenibili” – ha concluso Ceraolo – Dobbiamo spingere i cittadini a conoscere e vivere il territorio con senso di responsabilità, favorendo la coesione sociale, stimolando la collettività per l’adozione di stili di vita sostenibili, nell’ottica di un vero Progresso”.

    Condividi: