Torrenova, proseguono i lavori di manutenzione straordinaria delle scuole

    Torrenova, proseguono i lavori di manutenzione straordinaria delle scuole

    TORRENOVA – Proseguono a ritmo sostenuto i lavori di manutenzione straordinaria all’istituto comprensivo di Torrenova, diretto dal dirigente scolastico Bianca Fachile, finanziati con il Pon (piano operativo nazionale) FESR 2007/2013 Asse II nell’ambito del progetto “Qualità degli ambienti scolastici”, finalizzati alla messa in sicurezza delle scuole secondarie di primo grado di Torrenova e San Marco d’Alunzio. Grazie al Pon, presentato dall’istituto comprensivo nel 2012 e finanziato con i fondi strutturali europei, è stato possibile rinnovare gli edifici scolastici Torrenovesi allo scopo di ottimizzare la messa in sicurezza delle strutture e migliorare la qualità degli ambienti scolastici.
    Vanno avanti con successo, inoltre, le attività legate ai progetti già avviati negli scorsi anni, tra queste l’educazione alla salute, l’educazione ambientale, l’educazione alla legalità, l’educazione stradale e tante altre attività svolte da tutti gli studenti. Nell’attesa che il progetto “Fondi strutturali europei – Programma Operativo nazionale per la scuola – Competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014 -2020 per la realizzazione, l’ampliamento e adeguamento delle infrastrutture di rete Lan/Lawn venga finanziato, così da permettere a tutti i docenti di utilizzare in maniera adeguata il registro on line, l’istituto comprensivo ottiene la conferma di due protocolli di intesa per la prosecuzione dei progetti di “Propedeutica musicale” (scuola primaria San Marco d’Alunzio), in collaborazione con l’associazione Ars Vita Est, e di adozione a distanza nell’ambito del progetto “Regalare un sogno”, in collaborazione con l’associazione Insieme possiamo.
    “La scuola è fatta anche di esperienze di vita al di fuori dei banchi” sostiene la dirigente torrenovese che, nel corso della sua dirigenza, ha programmato uno stage a Malta per il perfezionamento della lingua inglese per gli allievi della scuola secondaria di 1 grado, ed ha avviato il progetto d’istruzione domiciliare per Federica, la bimba di 7 anni affetta da smard 1 che vive a Rocca di Caprileone. Iniziativa che permetterà alla piccola di ricevere un’istruzione al pari degli altri studenti.
    Tra le altre iniziative adottate dalla scuola torrenovese, i progetti predisposti in rete con l’Itis Torricelli di Sant’Agata Militello concernenti i laboratori territoriali per l’occupabilità del piano nazionale Scuola digitale e l’accordo di rete sottoscritto con l’Istituto d’istruzione superiore Lucio Piccolo di Capo d’Orlando per l’organizzazione e avvio dei corsi per il personale ATA.
    Approvati anche altri protocolli d’intesa per realizzare alcuni progetti in collaborazione con le associazioni del territorio. Tra questi , “Lo studio in movimento per un sano stile di vita” rivolto alle sezioni dell’infanzia di Torrenova e Rocca di Caprileone; “Insieme scegliamo la pace”, contro tutte le violenze ; “A scuola di..sicurezza”; “Gioca con il campione” e tanti altri. Inoltre, all’interno dell’aula di informatica della scuola secondaria di primo grado torrenovese, si svolgeranno dei corsi per il conseguimento della certificazione Ecdl (patente europea del computer).
    “Non posso esimermi dal ringraziare le due amministrazioni comunali interessate, soprattutto quella di Torrenova – ha dichiarato il dirigente scolastico Bianca Fachile- per aver messo a disposizione la professionalità dei propri uffici, indispensabile per portare avanti i progetti”. “Ringrazio, inoltre, il sindaco Salvatore Castrovinci – ha concluso la preside Fachile – sempre attento alle esigenze della comunità scolastica per la sottoscrizione di due protocolli d’intesa finalizzati alla prosecuzione di due progetti importanti. Il primo relativo all’insegnamento della lingua inglese per gli allievi della scuola dell’infanzia ed il secondo di educazione alimentare “Cibolando” rivolto agli allievi del primo ciclo”.

    Condividi:
    Giornalista professionista da marzo 2015, dal 2007 giornalista pubblicista. Avevo 20 anni la prima volta che ho messo piede in una redazione e non ne sono più uscita: ho iniziato a fare questo mestiere per caso e lo svolgo da un decennio, approfondendo l’esperienza e gli insegnamenti acquisiti “sul campo” con una laurea triennale in Tecnologie della comunicazione, all’Università di Messina nel 2007, e con la specialistica in Editoria, media e giornalismo a Urbino nel 2015. Ho una formazione e una esperienza “multimediale”: tv, radio, carta stampata, web. Ho curato, e curo tutt’ora, articoli, notiziari, approfondimenti, interviste, reportage, programmi e rubriche anche di respiro nazionale e internazionale. Conduco anche manifestazioni ed eventi di vario genere. Ho partecipato a numerosi scambi giovanili e workshop su vari temi (economico-sociali-istituzionali), in Italia e all’estero, mi piace conoscere sempre cose e persone nuove, non mi stanco mai di imparare. Mi occupo anche di politiche giovanili, progettazione europea, sviluppo valorizzazione e promozione del territorio, cultura, turismo, tradizioni popolari e iniziative legate al mondo rurale. Sono impegnata nel sociale e presiedo un’associazione culturale. Se potessi, vivrei viaggiando. Fin dall’inizio di questa avventura, sono la responsabile del progetto editoriale Anni60news.com.