Milazzo, incontro a Bastione: esposto in Procura e chiesto incontro col Prefetto

    Milazzo, incontro a Bastione: esposto in Procura e chiesto incontro col Prefetto

    Immagine dell'alluvione di ottobre scorso

    MILAZZO – Il sindaco Giovanni Formica, accompagnato dagli assessori Damiano Maisano e Francesco Italiano, il presidente del consiglio comunale Gianfranco Nastasi ed il vice Maurizio Capone hanno incontrato questa mattina i residenti della frazione Bastione. Presente anche l’on. Tommaso Currò.
    L’incontro è stato promosso dal locale Comitato guidato da Stefano Maio. Oggetto della riunione la necessità di attivare interventi dopo quanto accaduto visto che nel passato – hanno detto i rappresentanti del Comitato “nulla è stato fatto nonostante le promesse”.
    Il portavoce dei residenti di Bastione, Stefano Maio, ha riferito che un primo atto è stato avviato con un circostanziato esposto alla Procura della Repubblica, “con la speranza – ha detto – che non venga archiviato com’è avvenuto nel 2011, essendo stato ritenuto allora un evento eccezionale. Adesso si potrebbe avviare un contenzioso con gli Enti preposti alla tutela del territorio, ma tutto potrebbe dipendere da un incontro con gli stessi che il comitato di Bastione ha chiesto al Prefetto di Messina. “E’ lui – ha aggiunto Maio – che ha i titoli per portare allo stesso tavolo tutti i soggetti istituzionali per trovare soluzione alla sistemazione del torrente”, ma la richiesta d’incontro non ha avuto ancora risposta, per cui in assenza della convocazione nei primi 10 giorni di dicembre, è stata annunciata l’autoconvocazione in Prefettura.
    Il sindaco ha offerto la propria disponibilità a farsi promotore di questa riunione col Prefetto. Ha poi informato i presenti di avere rappresentato la questione di Bastione, attraverso l’on. Currò al governo centrale per ottenere la dichiarazione dello stato di emergenza. Per quel che concerne la messa in sicurezza del torrente, Formica ha sollecitato il Genio Civile a trasformare in definitivo il progetto preliminare esistente per cercare di ottenere sempre da Roma le somme necessarie (circa un milione e 500 mila euro).
    Ha altresì anticipato che il Comune metterà nel prossimo bilancio che si andrà ad approvare delle risorse a disposizione della popolazione di Bastione.
    Il presidente del Consiglio, Nastasi ha manifestato l’intenzione di convocare un consiglio aperto a tutti gli Enti che hanno parte e ruolo in questa vicenda.

    Condividi:
    Giornalista professionista da marzo 2015, dal 2007 giornalista pubblicista. Avevo 20 anni la prima volta che ho messo piede in una redazione e non ne sono più uscita: ho iniziato a fare questo mestiere per caso e lo svolgo da un decennio, approfondendo l’esperienza e gli insegnamenti acquisiti “sul campo” con una laurea triennale in Tecnologie della comunicazione, all’Università di Messina nel 2007, e con la specialistica in Editoria, media e giornalismo a Urbino nel 2015. Ho una formazione e una esperienza “multimediale”: tv, radio, carta stampata, web. Ho curato, e curo tutt’ora, articoli, notiziari, approfondimenti, interviste, reportage, programmi e rubriche anche di respiro nazionale e internazionale. Conduco anche manifestazioni ed eventi di vario genere. Ho partecipato a numerosi scambi giovanili e workshop su vari temi (economico-sociali-istituzionali), in Italia e all’estero, mi piace conoscere sempre cose e persone nuove, non mi stanco mai di imparare. Mi occupo anche di politiche giovanili, progettazione europea, sviluppo valorizzazione e promozione del territorio, cultura, turismo, tradizioni popolari e iniziative legate al mondo rurale. Sono impegnata nel sociale e presiedo un’associazione culturale. Se potessi, vivrei viaggiando. Fin dall’inizio di questa avventura, sono la responsabile del progetto editoriale Anni60news.com.