Basket, nella serie C Silver sestina della Costa che resta in corsa...

    Basket, nella serie C Silver sestina della Costa che resta in corsa per i play-off

    La Costa d’Orlando riparte stasera con la consueta settimana durissima di allenamenti avendo aggiunto un’altra vittoria alla sua collezione nel campionato di serie C Silver di basket, giunto alla decima giornata, ovvero ad un terzo del cammino della regular season che promuoverà alla fase decisiva per il salto in B solamente le prime due della graduatoria. Vincendo a Palermo grazie ad un inizio ed una fine da grande squadra, i biancorossi hanno estromesso dai giochi la Green, sesta ed ormai staccatissima dalla vetta saldamente in mano all’unica imbattuta, il Cefalù. I paladini seguono a ruota con il solo ko in casa del Cocuzza che ancora brucia e rischia di costar caro alla fine della fiera visto che in corsa per la poule promozione restano anche il Canicattì, secondo a pari merito con la Costa, e lo Sport è Cultura Patti che ha un bilancio di 8 vinte e 2 perse, ma entrambe le rivali hanno perso soltanto i confronti diretti e visto l’andazzo saranno quelli a definire la griglia ed alla squadra allenata da Giuseppe Condello non resta che vincerli, soprattutto quelli interni con il terzetto di contendenti, evitando ovviamente di soccombere nelle restati gare avendo già sprecato malamente il jolly. Nell’attesa sotto sabato prossimo con lo scontato settebello di successi, sul parquet amico contro il Cus Catania dalle 18.30 al PalaValenti, dopo la sestina consecutiva su un parquet comunque difficile che ha certamente un sapore diverso rispetto alle precedenti, sia per il valore degli avversari, tra cui l’ex Antonio Fazio, quanto perchè arrivata in trasferta e grazie ad una prova di forza nel finale quando, dopo un avvio sprint, sembrava che i padroni di casa avessero trovato la chiave giusta per scardinare la difesa orlandina. Mvp Santiago Boffelli, bene anche Danna e Marinello.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.