Controlli antiterrorismo anche a Messina, disposizioni per le partite al Sanfilippo

    Controlli antiterrorismo anche a Messina, disposizioni per le partite al Sanfilippo

    MESSINA – In occasione delle partite di calcio che vedranno protagonista l’A.C.R. Messina presso lo stadio San Filippo, la Questura di Messina ha diramato un piccolo vademecum rivolto alla locale tifoseria con l’invito di rispettarlo. “Regole che nascono dall’esigenza di adottare ogni misura organizzativa utile al sereno svolgimento degli incontri sportivi nel rispetto della vigente normativa ed in considerazione dell’attuale contesto internazionale” si legge nella nota delle forze dell’ordine.
    I tifosi sono, quindi, invitati a presentarsi allo stadio sin dall’apertura dei tornelli d’ingresso prevista due ore prima il fischio d’inizio partita, evitando così di concentrare l’affluenza a ridosso dell’inizio della gara. Si eviti poi di portare con sé borse, zaini o simili: ogni singolo effetto personale dovrà infatti essere controllato nelle fasi di prefiltraggio e filtraggio, con un conseguente, sensibile ritardo nelle procedure di accesso all’impianto.
    la Questura ricorda infine di attenersi scrupolosamente alle disposizioni previste dal regolamento d’uso dell’impianto sportivo relative a oggetti, bevande o qualsiasi altro oggetto all’interno dello stadio.

    Condividi:
    Giornalista professionista da marzo 2015, dal 2007 giornalista pubblicista. Avevo 20 anni la prima volta che ho messo piede in una redazione e non ne sono più uscita: ho iniziato a fare questo mestiere per caso e lo svolgo da un decennio, approfondendo l’esperienza e gli insegnamenti acquisiti “sul campo” con una laurea triennale in Tecnologie della comunicazione, all’Università di Messina nel 2007, e con la specialistica in Editoria, media e giornalismo a Urbino nel 2015. Ho una formazione e una esperienza “multimediale”: tv, radio, carta stampata, web. Ho curato, e curo tutt’ora, articoli, notiziari, approfondimenti, interviste, reportage, programmi e rubriche anche di respiro nazionale e internazionale. Conduco anche manifestazioni ed eventi di vario genere. Ho partecipato a numerosi scambi giovanili e workshop su vari temi (economico-sociali-istituzionali), in Italia e all’estero, mi piace conoscere sempre cose e persone nuove, non mi stanco mai di imparare. Mi occupo anche di politiche giovanili, progettazione europea, sviluppo valorizzazione e promozione del territorio, cultura, turismo, tradizioni popolari e iniziative legate al mondo rurale. Sono impegnata nel sociale e presiedo un’associazione culturale. Se potessi, vivrei viaggiando. Fin dall’inizio di questa avventura, sono la responsabile del progetto editoriale Anni60news.com.