Adeguamento sismico delle scuole: Sicilia prima con 7,7 milioni, 6 progetti nel...

    Adeguamento sismico delle scuole: Sicilia prima con 7,7 milioni, 6 progetti nel messinese

    Foto di repertorio

    MESSINA – E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 19 novembre il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 15 settembre scorso, con il quale si stanziano le risorse per l’adeguamento strutturale e antisismico degli edifici scolastici e la costruzione di nuovi plessi che sostituiranno quelli esistenti a rischio sismico. Oltre 46 milioni di euro assegnati con il dpcm 15 settembre 2015 contenente l’elenco delle Regioni beneficiarie e degli interventi che saranno finanziati. In testa alla classifica dei finanziamenti assegnati si colloca la Sicilia con 7.699.061,88 euro, seguita dalla Campania con 7.348.497.769 euro e dal Lazio con 5.050.765,40 euro.
    Alla ripartizione dei fondi definita col dpcm 8 luglio 2014, sono stati aggiunti gli importi ricavati dagli interventi annullati, che in alcune Regioni hanno fatto aumentare le risorse disponibili per l’adeguamento e la sostituzione degli edifici scolastici. Sulla base dei fondi effettivamente a disposizione è stato possibile stilare la graduatoria degli interventi finanziabili, indicando per ogni Regione i Comuni e le singole scuole che saranno interessate dai lavori.
    In Sicilia sono 7 i progetti finanziati: 6 in provincia di Messina e uno in quella di Enna, a Barrafranca.

    La scuola media di via Pozzo Danile
    La scuola media di via Pozzo Danile
    Nel Messinese, 1.577.535,75 di euro andranno al Comune di Sant’Angelo di Brolo per la scuola media “Caldarera” di via Pozzo Danile. L’importo complessivo dell’intervento è di 1.627.500 euro, dei quali il 97 per cento a carico dello Stato, il restante 3 per cento a valere su fondi comunali. “Si tratta di un altro importante passo avanti per un finanziamento che oggi è sempre di più una realtà” ha commentato il primo cittadino Basilio Caruso. Entro 90 giorni dovrà essere affidato l’incarico per la progettazione, mentre i lavori dovranno essere aggiudicati entro sei mesi. Per la rendicontazione finale ci saranno tre anni di tempo. Il plesso di via Pozzo Danile è al momento interessata dagli interventi di efficientamento energetico e abbattimento delle barriere architettoniche, finanziati con il PON 2007/2013-Fondi strutturali europei–Ambienti per l’apprendimento, per l’importo di 350 mila euro, che dovranno essere completati entro la fine di quest’anno.
    I plessi dell'Istituto comprensivo di Capizzi
    I plessi dell’Istituto comprensivo di Capizzi
    Altri 749.707,88 euro assegnati al Comune di Capizzi per l’Istituto comprensivo “Sanso”, edificio 2 della scuola media. Questo finanziamento arriva a distanza di qualche settimana da quello per i lavori di ristrutturazione della Caserma dei Carabinieri.
    scuola capuana2A Sant’Agata Militello vanno 701.400 euro per la scuola elementare “Capuana” corpo B.
    Altri 3 finanziamenti al Comune di Messina per un totale di 2.315.500 euro che andranno alla scuola media “Leopardi”.
    Infine, a Barrafranca (EN), quasi 2,4 milioni di euro.

    Condividi:
    Giornalista professionista da marzo 2015, dal 2007 giornalista pubblicista. Avevo 20 anni la prima volta che ho messo piede in una redazione e non ne sono più uscita: ho iniziato a fare questo mestiere per caso e lo svolgo da un decennio, approfondendo l’esperienza e gli insegnamenti acquisiti “sul campo” con una laurea triennale in Tecnologie della comunicazione, all’Università di Messina nel 2007, e con la specialistica in Editoria, media e giornalismo a Urbino nel 2015. Ho una formazione e una esperienza “multimediale”: tv, radio, carta stampata, web. Ho curato, e curo tutt’ora, articoli, notiziari, approfondimenti, interviste, reportage, programmi e rubriche anche di respiro nazionale e internazionale. Conduco anche manifestazioni ed eventi di vario genere. Ho partecipato a numerosi scambi giovanili e workshop su vari temi (economico-sociali-istituzionali), in Italia e all’estero, mi piace conoscere sempre cose e persone nuove, non mi stanco mai di imparare. Mi occupo anche di politiche giovanili, progettazione europea, sviluppo valorizzazione e promozione del territorio, cultura, turismo, tradizioni popolari e iniziative legate al mondo rurale. Sono impegnata nel sociale e presiedo un’associazione culturale. Se potessi, vivrei viaggiando. Fin dall’inizio di questa avventura, sono la responsabile del progetto editoriale Anni60news.com.