Tennis, Gasparo campione regionale

    Tennis, Gasparo campione regionale

    CAPO D’ORLANDO Il maestro federale Salvatore Gasparo ha trionfato al recente Master siciliano over 40 disputato a Catania presso i campo del Tc Monpilieri. Dopo aver vinto a Siracusa il circuito regionale over 40 bissando il successo nella competizione a squadre over 40, Gasparo ha concesso il tris battendo in finale il padrone di casa Sergio Rizzo. “Vincere il master siciliano over 40 contro un Maestro come Rizzo – commenta il portacolori del Ct Capo d’Orlando – mi onora e mi gratifica, anche per aver condiviso una bella partita ed in primis per il suo far play in campo e nel contempo il piacere e la gratificazione di aver ottenuto per la prima volta in carriera il titolo siciliano. Mi ripaga dai sacrifici fatti e nella qualità di Maestro sicuramente è da input ed esempio per tutti gli allievi e soci del Tennis Capo d’Orlando, perché non si finisce mai di migliorare e nelle cose devi essere sempre il primo a crederci e perseverare e prima o poi arrivano i risultati. Abbiamo quasi concluso il 2015 con emozioni brutte e belle, dalla caduta del pallone tensostatico alla perdita di mia suocera, tutto ciò mi ha dato la forza per fare meglio ed evitare di peggiorare. Inoltre nella competizione a squadre siamo stati l’unico circolo della Sicilia a portare 2 squadre alla fase regionale per la qualificazione in D2. Con un team ce l’abbiamo fatta, complimenti alla sinergia ed armonia di tutti noi, Vittorio Augugliaro, Tindaro Amato, Fabiano Triscari, Salvatore Architetto ed il sottoscritto”. Insomma un 2015 da incorniciare per il circolo orlandino e per il suo mentore, con un numero di tesserati ed appassionati sempre crescente anche grazie alle numerose iniziative intraprese. In questi giorni è in corso di svolgimento il torneo open che tra uno scroscio di pioggia ed un altro dovrebbe chiudersi la prossima settimana.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.