Pallamano, nella serie B l’Esperia rialza la testa e cerca il tris

    Pallamano, nella serie B l’Esperia rialza la testa e cerca il tris

    Primo brindisi stagionale fuori dalle mura amiche per l’Esperia Orlandina Handball che sbanca il Paladonbosco e lascia il Villaurea all’ultimo posto nella serie B maschile di pallamano. Per i rosanero la trasferta palermitana non era certo cominciata nel modo migliore. Out Ipsaro M, Gazia, Pirani, Giulio, Mazzù, Palmeri e Santoro, mister Lenzo, con soli dieci effettivi, cerca di fare di necessità virtù. I paladini partono con De Angelis tra i pali, Rizzo, Torre e Ioppolo Vincenzo terzini, Ioppolo Carmelo e Incognito alle ali e Costa pivot. Gara che vede i paladini andare a segno con Rizzo, sul fronte opposto va a segno Arnone dai 7 metri. Poi Ioppolo Vincenzo (alla fine top-scorrer del match con 11 centri) e Incognito per l’1 a 3 degli ospiti. Ancora un sette metri per i palermitani, poi Rampulla e Tumminello per il sorpasso (4 a 3 al 7’). I paladini comunque non si disuniscono e con Incognito e Ioppolo rimettono il naso avanti. In casa Esperia, seppur con la panchina corta cominciano le rotazioni con Caracciolo e Pizzino a dare ossigeno ai compagni. I paladini sbagliano qualcosa di troppo in fase realizzativa permettendo ai padroni di casa di rimanere incollati (8 a 8 al 20’). I rosanero si compattano in difesa, e dove non arriva l’organizzazione difensiva ci arriva De Angelis che piazza ottime parate. Si concretizza cosi un break importante di 0-5 per i paladini che con Ioppolo(2), Incognito, Caracciolo e Torre si portano sull’8 a 13 (26’), sembra lo strappo decisivo, ma gli ospiti subiscono l’ennesimo black-out di fine primo tempo subendo un contro break di 3 a 0 e chiudendo la prima frazione avanti di due ( 11 a 13). Il finale di primo tempo non va giù al coach paladino, che non le manda a dire nell’intervallo. Nella ripresa dopo i primi 5’ di gioco abbastanza timidi l’Esperia alza i ritmi della contesa e piazza il primo break con Torre(3), Ioppolo V(2), Caracciolo e Rizzo (15 – 21 al 40’). Adesso i paladini giocano con maggiore scioltezza e convinzione e per i palermitani si spegne la luce. Al giro di boa (45’) i paladini conducono saldamente per 18 a 26. I rosanero ruotano tutti gli effettivi e l’unico brivido viene regalato dal rosso rimediato da De Angelis (anticipa un lancio degli avversari ma non trattiene la palla, nella foga di recuperarla scivola travolgendo un avversario. Fallo non intenzionale, ma a Chiarello e La neve non resta altro che applicare il regolamento e per l’estremo difensore la gara finisce ad 8’ dalla fine). In porta va Ioppolo Carmelo, ma il leitmotiv del match non cambia con l’Esperia sempre padrona del campo e Villaurea in difficoltà. Si arriva quindi alle battute finali con La Spada che chiude il match con la rete del 31 a 23 finale. Paladini quindi che tornano alla vittoria e salgono a quota sette punti e nel prossimo match ( 6^ di andata ) ospiteranno al Palavalenti ( Domenica 29 alle ore 15,30 ) il Girgenti fresco di vittoria ai danni della Risurrezione Catania ( 30 a 23). Un match che promette spettacolo ed emozioni a iosa con due formazioni che hanno nell’attacco il loro punto di forza ( i paladini con 144 reti fatte , agrigentini con 137). Moderato entusiasmo in Casa Esperia con Ioppolo Vincenzo e Christian Rizzo che festeggiano con una vittoria il loro trentesimo compleanno. “ Avevamo voglia di riscattare il mezzo passo falso interno- chiosa il capitano Rizzo- e seppur in emergenza e con qualche assenza di troppo siamo riusciti , dopo un avvio troppo timido; a imporre il nostro gioco. Adesso dobbiamo dare continuità di gioco e risultati per poter risalire in classifica.” Stessa soddisfazione anche per l’altro neo-trentenne Ioppolo Vincenzo ( 31 reti in 5 incontri):-“ Vincere oggi , anche in considerazione delle assenze, non era facile ma noi siamo stati bravi a non complicarci la vita . Adesso non bisogna abbassare la tensione, il Girgenti è una squadra da prendere con le molle. Sarà l’ennesima battaglia e noi dobbiamo puntare al bottino pieno”.

    01 CRAZY REUSIA RAGUSA 13 05 04 01 00 115 90 +25
    02 AETNA MASCALUCIA 12 05 04 00 01 152 121 +31
    03 CLUB MASCALUCIA 12 05 04 00 01 145 121 +24
    04 PALERMO HANDBALL 10 05 03 01 01 122 107 +15
    05 GIRGENTI 09 05 03 00 02 137 127 +10
    06 HANDBALL MESSINA 09 05 03 00 02 116 109 +07
    07 ESPERIA ORLANDINA 07 05 02 01 02 144 143 +01
    08 AGRI BLU SCICLI 07 04 02 01 01 93 99 -06
    09 ALBATRO SIRACUSA 03 05 01 00 04 128 155 -27
    10 GIOVANNI PAOLO II S.CATALDO 03 05 01 00 04 98 121 -23
    11 VILLAUREA PALERMO 00 04 00 00 04 95 124 -29
    12 PGS RISURREZIONE CATANIA 00 05 00 00 05 101 129 -28
    PROSSIMO TURNO
    6^ Andata di Ritorno del 28/29 Novembre 2015
    Gara INCONTRO
    1286 AGRIBLU’ SCICLI – GIOVANNI PAOLO II SAN CATALDO 19,00
    1287 ESPERIA ORLANDINA – GIRGENTI 15,30
    1288 RISURREZIONE CT – ALBATRO SR 18,30
    1289 MESSINA HANDBALL – PALERMO HANDBALL 19,00
    1290 CRAZY REUSIA – CLUB MASCALUCIA 18,00
    1291 AETNA MASCALUCIA – PGS VILLAUREA PALERMO 19,30

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.