Capo d’Orlando, alla Irritec il premio “Mimì La Cavera” di Confindustria Sicilia

    Capo d’Orlando, alla Irritec il premio “Mimì La Cavera” di Confindustria Sicilia

    Nella foto Carmelo Giuffrè e Serenella La Cavera

    CAPO D’ORLANDO – L’azienda orlandina Irritec SpA si è aggiudicata il prestigioso premio “Mimì La Cavera”, sezione “competitività” organizzato, nella sua prima edizione, da Confindustria Sicilia e intitolato a Mimì La Cavera storico leader degli industriali Siciliani che per la prima volta diede all’Ente il nome di Sicindustria. Il premio è stato promosso da Confindustria Sicilia, che torna nuovamente a chiamarsi Sicindustria, come ha annunciato Antonello Montante presidente della confederazione degli industriali siciliani, in collaborazione con la famiglia La Cavera, l’Università di Palermo e l’Eni e intitolato appunto al fondatore della Confindustria siciliana scomparso nel 2011. Premiare una Sicilia che punta su industria e manifattura come uniche strade per lo sviluppo, premiare aziende che sono sinonimo di un cambiamento possibile e che garantiscono un elevato mutamento sociale ed economico, questo il fulcro del premio, perfettamente in linea con i principi cardine della Irritec e con la sua storia imprenditoriale.

    Il riconoscimento è stato attribuito con la motivazione di “aver saputo coniugare ricerca, innovazione e sviluppo ambientale, rivoluzionando il concetto stesso di irrigazione; tra le prime aziende ad aver introdotto in Italia 40 anni fa prodotti per l’irrigazione a goccia, è diventata un punto di riferimento per il settore in campo internazionale, contribuendo alla tutela dell’acqua, oro bianco del terzo millennio”.
    I lavori sono stati aperti da Emma Marcegaglia, ex presidente di Confindustria e oggi presidente dell’Eni, intervenuta via Skype, che ha sottolineato l’importante ruolo di Confindustria per garantire maggiore spazio per il Mezzogiorno nell’agenda di gestione politica industriale del Paese.

    Mimì La Cavera fu protagonista indiscusso della storia politica ed economica della Sicilia, uomo lungimirante che ha sognato una Sicilia industrializzata e fino a qualche mese prima di morire, ha continuato a insistere sulla sua ricetta di sviluppo: fare in modo che arrivassero nuove imprese nell’Isola, che ne nascessero di nuove, che si consolidasse l’alleanza tra impresa e ricerca scientifica, che vi fosse meno burocrazia e meno sperpero di denaro pubblico.
    Confindustria Sicilia è stata fondata nel 1944, nel difficile periodo post-bellico, prima Federazione di livello regionale del Sistema Confindustria, la principale organizzazione nazionale rappresentativa delle imprese manifatturiere e di servizi in Italia. Confindustria Sicilia è presente in ogni singola provincia con nove Associazioni degli Industriali.

    Condividi:
    giuseppe.spignola (at) anni60news.com Giuseppe Spignola, giornalista, autore, speaker e conduttore radio/tv. Sono da sempre un grande appassionato di musica, media, giornalismo e comunicazione. Già dalla giovane età (sono nato nel luglio del 1975), ho cominciato a frequentare il mondo della radio e dei media in generale, seguendone costantemente l’evoluzione tecnologica, aggiornandomi e facendo diventare la mia passione un vero e proprio lavoro che svolgo da professionista ormai da oltre vent’anni di cui quasi dieci in forza al gruppo Radio Italia con esperienze di lavoro anche in ambito nazionale presso la sede centrale di Milano del Gruppo. Dal 2010 organico di Radio Italia Anni 60 (Eventi Srl); dal 2012 iscritto all’Albo Nazionale dei Giornalisti nell’elenco Pubblicisti, sono redattore di anni60news.com, collaboro con il Giornale di Sicilia e con alcune emittenti televisive. Nella mia attività, organizzo e presento eventi di informazione, intrattenimento e varietà; il mio primo amore però è la radio dove curo e conduco ogni giorno il programma Anni 60 Magazine che si occupa anche di rubriche e interviste che faccio a vari personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura, della politica e della società. Sono un cultore della musica e dello stile di vita degli anni 80; amo i motori: in particolare la Vespa e le auto. Nel tempo libero viaggio, ascolto, osservo, scrivo, leggo.