Falso furto di bestiame, denunciati zia e nipote a Capizzi

    Falso furto di bestiame, denunciati zia e nipote a Capizzi

    MISTRETTA – Avevano denunciato un furto di bestiame, mai avvenuto, al fine di sanare una irregolarità segnalata dall’Asp di Enna. Per il reato di simulazione di reato in concorso sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Enna, la titolare di un’azienda agricola di Capizzi, 58enne di Capizzi, ed il nipote 22enne, dipendente della stessa.
    Le indagini sono state condotte dai Carabinieri della Compagnia di Mistretta. La donna aveva sporto denuncia di furto di 119 capi di bestiame, tra ovini e caprini, presso la Stazione Carabinieri di Capizzi lo scorso 16 novembre, al fine di sanare la situazione emersa a seguito di un controllo veterinario effettuato da personale ASP di Enna il 12 novembre. Gli animali dichiarati dall’azienda, prima del controllo risultavano 172, mentre durante la verifica dell’Asp erano solo 53. L’imprenditrice ed il nipote, quest’ultimo presente al controllo dei veterinari, hanno giustificato l’ammanco dichiarando un presunto furto, dimostrato in realtà mai avvenuto poiché in quei luoghi già da diverso tempo non era presente alcuna traccia di animali, circostanza confermata anche dai testimoni chiamati a riferire ai Carabinieri. L’ipotesi su cui stanno ancora lavorando i militari dell’Arma è quella di una probabile vendita sul mercato nero degli animali da destinare alla macellazione clandestina.

    Condividi:
    Giornalista professionista da marzo 2015, dal 2007 giornalista pubblicista. Avevo 20 anni la prima volta che ho messo piede in una redazione e non ne sono più uscita: ho iniziato a fare questo mestiere per caso e lo svolgo da un decennio, approfondendo l’esperienza e gli insegnamenti acquisiti “sul campo” con una laurea triennale in Tecnologie della comunicazione, all’Università di Messina nel 2007, e con la specialistica in Editoria, media e giornalismo a Urbino nel 2015. Ho una formazione e una esperienza “multimediale”: tv, radio, carta stampata, web. Ho curato, e curo tutt’ora, articoli, notiziari, approfondimenti, interviste, reportage, programmi e rubriche anche di respiro nazionale e internazionale. Conduco anche manifestazioni ed eventi di vario genere. Ho partecipato a numerosi scambi giovanili e workshop su vari temi (economico-sociali-istituzionali), in Italia e all’estero, mi piace conoscere sempre cose e persone nuove, non mi stanco mai di imparare. Mi occupo anche di politiche giovanili, progettazione europea, sviluppo valorizzazione e promozione del territorio, cultura, turismo, tradizioni popolari e iniziative legate al mondo rurale. Sono impegnata nel sociale e presiedo un’associazione culturale. Se potessi, vivrei viaggiando. Fin dall’inizio di questa avventura, sono la responsabile del progetto editoriale Anni60news.com.