Bonificare i manufatti in amianto a Capo d’Orlando, la richiesta del Meetup...

    Bonificare i manufatti in amianto a Capo d’Orlando, la richiesta del Meetup 5 stelle

    CAPO D’ORLANDO – Grazie ad una legge della regione Sicilia (sostenuta dal MoVimento 5 Stelle Sicilia) i comuni siciliani hanno la possibilità di bonificare (finalmente) il proprio territorio dall’amianto con fondi regionali. Per sostenere questo percorso, il Meetup Capo d’Orlando a 5 Stelle ha chiesto all’Amministrazione comunale paladina di rendere pubbliche le risultanze del “censimento degli edifici, degli impianti, dei mezzi di trasporto manufatti e materiali con presenza di amianto” e le relative comunicazioni all’Arpa di Messina essendo scaduto il termine perentorio dei 90 giorni dalla data di pubblicazione dell’Ordinanza Sindacale 96 del 9 luglio 2015.
    I 5 Cinquestelle orlandini ricordano, inoltre, che esisterebbe ancora un tratto di conduttura in cemento amianto dell’acquedotto comunale e che al momento, “non è dato conoscere se l’Ente Comune ha provveduto alla relativa bonifica con la sostituzione delle condotte esistenti”. Il Meetup fa presente ancora che segnalerà, anche a mezzo stampa, la presenza di discariche abusive di manufatti in cemento amianto depositati ai margini delle aree pubbliche, ciò al fine della tempestiva bonifica da parte degli Enti Pubblici territoriali competenti.

    Condividi:
    Giornalista professionista da marzo 2015, dal 2007 giornalista pubblicista. Avevo 20 anni la prima volta che ho messo piede in una redazione e non ne sono più uscita: ho iniziato a fare questo mestiere per caso e lo svolgo da un decennio, approfondendo l’esperienza e gli insegnamenti acquisiti “sul campo” con una laurea triennale in Tecnologie della comunicazione, all’Università di Messina nel 2007, e con la specialistica in Editoria, media e giornalismo a Urbino nel 2015. Ho una formazione e una esperienza “multimediale”: tv, radio, carta stampata, web. Ho curato, e curo tutt’ora, articoli, notiziari, approfondimenti, interviste, reportage, programmi e rubriche anche di respiro nazionale e internazionale. Conduco anche manifestazioni ed eventi di vario genere. Ho partecipato a numerosi scambi giovanili e workshop su vari temi (economico-sociali-istituzionali), in Italia e all’estero, mi piace conoscere sempre cose e persone nuove, non mi stanco mai di imparare. Mi occupo anche di politiche giovanili, progettazione europea, sviluppo valorizzazione e promozione del territorio, cultura, turismo, tradizioni popolari e iniziative legate al mondo rurale. Sono impegnata nel sociale e presiedo un’associazione culturale. Se potessi, vivrei viaggiando. Fin dall’inizio di questa avventura, sono la responsabile del progetto editoriale Anni60news.com.