La domenica del pallone tra Due Torri ed Eccellenza

    La domenica del pallone tra Due Torri ed Eccellenza

    PIRAINO Nel 17° turno del girone I di serie D il Due Torri (ore 14.30, arbitro Arace di Lugo Romagna) sfida i 2000 tifosi annunciati che seguono la Palmese, matricola che ha dominato lo scorso girone calabrese di Eccellenza e che, cambiando pochissimo e con l’ex orlandino Salerno in panchina, sulla scia dell’entusiasmo sta facendo bene anche in Quarta serie, soprattutto tra le mura amiche. I pirainesi, quarti, da oggi potrebbero svoltare e sognare anche oltre la salvezza, pur se sul mercato finora sono arrivate solo uscite, dall’under 1997 Cardaci (finito all’Igea Virtus) a quella last minute della meteora Khoris, attaccante ceduto al Gallipoli, club di D gestito dall’ex presidente pro tempore dell’Orlandina, Saverio De Benedictis. “Possiamo permetterci solo juniores ed in settimana ne valuteremo alcuni che abbiano voglia di emergere con un gruppo granitico”, dichiara il tecnico Antonio Venuto, anche oggi con una polo rossa sotto la giacca per scaramanzia “l’ho tolta con il Roccella ed abbiamo perso 3-1 in casa”, conferma l’artefice del miracolo pirainese che oggi dovrà rinunciare solo allo squalificato Cicirello. Quello odierno è una sorta di “derby” personale per Francesco Postorino, nativo di Reggio e prodotto del florido vivaio calabrese. “Affronteremo una delle rivelazioni del torneo, una squadra ostica che conosco molto bene”, dichiara il giocatore biancorosso prima del consueto ritiro pre gara in sede con partenza per Palmi alle 8.30 con diversi tifosi al seguito. Convocati i portieri Ingrassia e Paterniti, i difensori Acquaviva, Cassaro, Matinella, Tricamo e Sciotto (97), i centrocampisti Scolaro, Cicirello (95), Calafiore (95), D’Amico (96), Akuku (96), Genovese (97), Marino (98’), De Chiara (98), Postorino, Giacobbe, Pitarresi e Giannola (96), gli attaccanti Palmeri (98), Petrullo (96) e Pisani (95).
    In Eccellenza 13^ e terz’ultima di andata nel girone B con il Rocca, secondo a -1 dalla capolista Sicula Leonzio, che riceve al “Nuovo Comunale” lo Sporting Taormina in un derby messinese importante per la zona play-off, affidato ad Emmanuele di Pisa. In attesa di un difensore centrale (il gradito Parisi è finito al Troina, la società pensa a Falanca se dà l’ok il tecnico Bellinvia, che ha condiviso con l’esperto centrale la negativa esperienza alla Tiger nella scorsa stagione) la matricola biancoazzurra si è rinforzata in attacco con l’ingaggio di Alessandro Venuti, detto Charlie. Giocatore estroso, dotato di ottima tecnica individuale, è il colpo di mercato che aumenta in modo esponenziale il peso del reparto avanzato. Classe 1984 ha giocato nel Sant’Agata, Alcamo, Due Torri, Milazzo e ha iniziato questa stagione alla Castelbuonese. Dopo la partenza di Arigò, il tecnico Bellinvia ha chiesto e ottenuto dalla società un giocatore capace di fare la differenza, per esperienza e per le abilità sottoporta confermate in tutti i tornei a cui ha partecipato. “Sono molto felice di far parte dell’USD Rocca di Capri Leone – ha dichiarato Venuti – in un ambiente che mi piace e una società molto seria. Conosco molti dei ragazzi che fanno parte della squadra, su tutti D’Anna e Russo. Sono convinto di poter dare una grossa mano d’aiuto e non vedo l’ora di scendere in campo con la maglia biancoazzurra. La società mi ha contattato la scorsa settimana ed accettare la proposta non è stato difficile”. E per Venuti oggi ci sarà già una maglia da titolare contro un Taormina che ha ufficializzato l’arrivo di quattro nuovi giocatori. Mister Marco Coppa avrà a disposizione i centrocampisti, ex Sicula Leonzio, Damiano Balbo e Salvo Nicolosi, e gli attaccanti Marco Marziale, proveniente dal Città di Scordia, e Charlie Famà, prelevato, invece, dall’Atletico Taormina. Non fanno più parte della squadra biancoazzurra, invece, l’attaccante Francesco Maggioloti e il centrocampista Ivan Mancuso, trasferitosi al Città di Messina in Promozione. Alle 15 l’Igea Virtus, terza forza del raggruppamento, nel match diretto da Tarallo di Agrigento, riceve al “D’Alcontres” il Città di Rosolini reduce dalla vittoria scaccia crisi contro il Milazzo dello scorso weekend. In coda, impegni importanti in chiave salvezza per il Milazzo, rinforzato dal possente bomber Dama, che, pur in trasferta (dirige Rizzello di Casarano), ha l’occasione di staccare il Modica, attualmente quart’ultimo a due punti dai mamertini, e per il Forza Calcio Messina, ospite dello Sporting Viagrande (Gangi di Enna), con il ritorno in panca di Nino Naccari e l’addio all’attaccante Andrea Parachì, finito, come l’ex Acr Messina Giorgio Corona, a rivoluzionare la diretta concorrente Atletico Catania.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.