Capo d’Orlando. Dodici condanne e un’assoluzione per “La Mia Valle”

    Capo d’Orlando. Dodici condanne e un’assoluzione per “La Mia Valle”

    L'ingresso della struttura turistica

    CAPO D’ORLANDO – Si chiude con dodici condanne e un’assoluzione l’inchiesta sulla truffa per la percezione di 3 milioni di euro, partita nel 2007, che ha portato successivamente al sequestro del complesso residenziale “La Mia Valle” a San Gregorio di proprietà della famiglia Milio. La vicenda ruota attorno ai finanziamenti ottenuti, attraverso la Legge 488, da tre società riconducibili al gruppo orlandino. All’origine dell’inchiesta, la denuncia di Legambiente (costituitasi parte civile) sulla classificazione agricola dei terreni e sulla discrepanza tra il progetto presentato al comune e ciò che fu poi effettivamente realizzato. Adesso la sentenza del tribunale di Patti che commina la pena di tre anni di reclusione e cinque di interdizione dai pubblici uffici per Francesco Paolo Milio; altre condanne per associazione a delinquere ad un anno – con pena sospesa e non menzione – per Alessandra Milio, Paola Milio, Stefania Milio, Anna Maria Siracusano, Cono Zingales, Gaetano Donato ed Ida Mollica Favazzi. Un anno e sei mesi (pena sospesa e non menzione) per Gaetano Milio mentre due anni, con le stesse modalità, sono stati inflitti ad Alessandro Matta, Calogera Virzì e Maria Ana Del Cassè. Per tutti, il pagamento delle spese processuali; mentre le società “Maina srl” e “Olonese srl” dovranno versare 400 quote societarie da 400 euro. Sul fronte amministrativo, sono stati confiscati i beni che erano sotto sequestro. Assolto Antonino Di Noto.

    Condividi:
    giuseppe.spignola (at) anni60news.com Giuseppe Spignola, giornalista, autore, speaker e conduttore radio/tv. Sono da sempre un grande appassionato di musica, media, giornalismo e comunicazione. Già dalla giovane età (sono nato nel luglio del 1975), ho cominciato a frequentare il mondo della radio e dei media in generale, seguendone costantemente l’evoluzione tecnologica, aggiornandomi e facendo diventare la mia passione un vero e proprio lavoro che svolgo da professionista ormai da oltre vent’anni di cui quasi dieci in forza al gruppo Radio Italia con esperienze di lavoro anche in ambito nazionale presso la sede centrale di Milano del Gruppo. Dal 2010 organico di Radio Italia Anni 60 (Eventi Srl); dal 2012 iscritto all’Albo Nazionale dei Giornalisti nell’elenco Pubblicisti, sono redattore di anni60news.com, collaboro con il Giornale di Sicilia e con alcune emittenti televisive. Nella mia attività, organizzo e presento eventi di informazione, intrattenimento e varietà; il mio primo amore però è la radio dove curo e conduco ogni giorno il programma Anni 60 Magazine che si occupa anche di rubriche e interviste che faccio a vari personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura, della politica e della società. Sono un cultore della musica e dello stile di vita degli anni 80; amo i motori: in particolare la Vespa e le auto. Nel tempo libero viaggio, ascolto, osservo, scrivo, leggo.