ENGIM di Sant’Agata. Dipendenti in agitazione ricevuti dal Vescovo di Patti

    ENGIM di Sant’Agata. Dipendenti in agitazione ricevuti dal Vescovo di Patti

    Una protesta dei lavoratori ENGIM di Sant'Agata

    SANT’AGATA MILITELLO – Saranno ricevuti oggi dal Vescovo di Patti, monsignor Ignazio Zambito, i venti dipendenti, tra personale docente ed amministrativo, dell’Engim di Sant’Agata Militello – l’ente di formazione professionale che fa capo all’ordine dei padri Giuseppini del Murialdo – che sono in agitazione da qualche settimana. I lavoratori lamentano, da oltre due anni, il ritardo maturato in ordine al pagamento degli stipendi. La loro attività lavorativa è stata sospesa “sine die” circa un mese fa e, ad oggi, sembrano abbandonati al loro destino senza risposte sul futuro. Difficile, quindi, la situazione per gli stessi dipendenti, ai quali non è stata data alcuna certezza sull’erogazione delle oltre trenta mensilità di stipendio arretrate, tantomeno sulle garanzie occupazionali per il loro futuro lavorativo. Non si conoscono i motivi della dismissione della struttura ma pare, tuttavia, che le procedure di licenziamento siano già state avviate nonostante i dipendenti non abbiano avuto alcuna comunicazione in tal senso.
    In oltre vent’anni di attività, l’Engim di Sant’Agata ha formato centinaia di figure professionali nel settore degli operatori elettrici e degli operatori del benessere. Nello scorso mese di novembre, nelle cinque classi del centro professionale santagatese, risultavano iscritti ancora un centinaio di corsisti. Molti di loro erano in procinto di frequentare l’ultimo anno per ottenere la qualifica, altri invece si erano appena iscritti al primo corso ma sono stati stoppati dopo appena un mese.

    Condividi:
    giuseppe.spignola (at) anni60news.com Giuseppe Spignola, giornalista, autore, speaker e conduttore radio/tv. Sono da sempre un grande appassionato di musica, media, giornalismo e comunicazione. Già dalla giovane età (sono nato nel luglio del 1975), ho cominciato a frequentare il mondo della radio e dei media in generale, seguendone costantemente l’evoluzione tecnologica, aggiornandomi e facendo diventare la mia passione un vero e proprio lavoro che svolgo da professionista ormai da oltre vent’anni di cui quasi dieci in forza al gruppo Radio Italia con esperienze di lavoro anche in ambito nazionale presso la sede centrale di Milano del Gruppo. Dal 2010 organico di Radio Italia Anni 60 (Eventi Srl); dal 2012 iscritto all’Albo Nazionale dei Giornalisti nell’elenco Pubblicisti, sono redattore di anni60news.com, collaboro con il Giornale di Sicilia e con alcune emittenti televisive. Nella mia attività, organizzo e presento eventi di informazione, intrattenimento e varietà; il mio primo amore però è la radio dove curo e conduco ogni giorno il programma Anni 60 Magazine che si occupa anche di rubriche e interviste che faccio a vari personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura, della politica e della società. Sono un cultore della musica e dello stile di vita degli anni 80; amo i motori: in particolare la Vespa e le auto. Nel tempo libero viaggio, ascolto, osservo, scrivo, leggo.