“Il valore della multicultura, della tolleranza, dell’integrazione e della solidarietà”. Concorso a...

    “Il valore della multicultura, della tolleranza, dell’integrazione e della solidarietà”. Concorso a Sant’Agata Militello

    SANT’AGATA MILITELLO – L’associazione Agorà, con il patrocinio economico della Fondazione Mancuso Onlus, ha indetto un concorso dal titolo “Il valore della multicultura, della tolleranza, dell’integrazione e della solidarietà” rivolto agli studenti delle scuole superiori di Sant’Agata Militello e finalizzato alla sensibilizzazione dei giovani al fenomeno dell’immigrazione attraverso l’educazione alla tolleranza, alla multiculturalità, all’integrazione e alla solidarietà.
    L’obiettivo vuole essere quello di dare a ciascun studente, la possibilità di contribuire in forma creativa ed originale alla riflessione sui temi dell’immigrazione, di come sia oggi non un fenomeno transitorio, ma una dimensione strutturale non solo dell’Italia ma di tutta l’Europa. L’incontro con le diverse culture rappresenta in se un’opportunità di arricchimento e di presenze di mondi, culture e credi diversi fra contesti locali che si arricchiscono di lingue, profumi, sapori e colori dalle provenienze più svariate, troppo spesso accompagnato da campagne mediatiche che promuovono la paura ed il sospetto per tutte le diversità, diffondendo messaggi che stigmatizzano intere popolazioni sulla base di comportamenti individuali.

    Nei giorni 17, 18 e 19 dicembre prossimi, i ragazzi dell’Associazione incontreranno gli studenti delle classi quarte degli istituti superiori di II grado e presenteranno loro il progetto/concorso. Nella stessa occasione, gli studenti incontreranno illustri relatori, che grazie alla loro esperienza avranno modo di informarli e sensibilizzarli sul tema dell’immigrazione e dell’accoglienza. Interverranno: Farid Adly, giornalista e scrittore di origine libica, Nadine Abdia, rappresentante tunisina della Consulta Democratica di Palermo, Antonio Amadore, ingegnere e volontario della Croce Rossa Italiana e Angelo Raneli, avvocato specializzato in diritto dell’immigrazione e diritto di asilo.

    Condividi:
    giuseppe.spignola (at) anni60news.com Giuseppe Spignola, giornalista, autore, speaker e conduttore radio/tv. Sono da sempre un grande appassionato di musica, media, giornalismo e comunicazione. Già dalla giovane età (sono nato nel luglio del 1975), ho cominciato a frequentare il mondo della radio e dei media in generale, seguendone costantemente l’evoluzione tecnologica, aggiornandomi e facendo diventare la mia passione un vero e proprio lavoro che svolgo da professionista ormai da oltre vent’anni di cui quasi dieci in forza al gruppo Radio Italia con esperienze di lavoro anche in ambito nazionale presso la sede centrale di Milano del Gruppo. Dal 2010 organico di Radio Italia Anni 60 (Eventi Srl); dal 2012 iscritto all’Albo Nazionale dei Giornalisti nell’elenco Pubblicisti, sono redattore di anni60news.com, collaboro con il Giornale di Sicilia e con alcune emittenti televisive. Nella mia attività, organizzo e presento eventi di informazione, intrattenimento e varietà; il mio primo amore però è la radio dove curo e conduco ogni giorno il programma Anni 60 Magazine che si occupa anche di rubriche e interviste che faccio a vari personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura, della politica e della società. Sono un cultore della musica e dello stile di vita degli anni 80; amo i motori: in particolare la Vespa e le auto. Nel tempo libero viaggio, ascolto, osservo, scrivo, leggo.