Mirto, acceso l’Albero di Natale dedicato alla Memoria

    Mirto, acceso l’Albero di Natale dedicato alla Memoria

    MIRTO – E’ stato inaugurato l’“Albero della Memoria” nella centrale via Umberto di Mirto, luogo centrale che ospita questo simbolo del Natale, esattamente di fronte al monumento religioso ”Cuore di Gesù”. Il lavoro è stato realizzato nell’arco di una decina di giorni grazie all’impegno gratuito di un gruppo di appassionati cittadini che hanno chiesto e ottenuto, da parte dell’amministrazione comunale mirtese, l’utilizzo del suolo pubblico su cui operare. Il progetto è nato da un’idea dei fratelli Ferdinando ed Ernesto Lo Sardo che hanno redatto su carta ciò che poi è stato realizzato grazie anche al prezioso contributo di Pippo Alessandro, perito tecnico informatico di Frazzanò, che ha programmato il software che gestisce tempi di accensione, spegnimento e giochi delle luci colorate.

    02

    03

    Davvero strabilianti i numeri che accompagnano la realizzazione dell’albero: sono infatti servite ben 3780 le lampadine led (che generano un consumo di 400watt) per illuminare la struttura in legno – alta circa sei metri, ingabbiata in una rete metallica di sicurezza – poggiata sul troncone di una palma che è stata abbattuta la scorsa estate a causa del punteruolo rosso. All’interno, il passaggio di decine di metri di cavi elettrici che si dipanano dalle cassette di derivazione poste alla base dell’albero stesso. In cima infine, un puntale a forma di fiore (che ha un’estensione di 3,20 m) completa l’originale sagoma dell’”albero tecnololgico”. “Il nostro lavoro”, afferma Ferdinando Lo Sardo, “è un omaggio alla memoria di alcuni amici, cittadini di Mirto recentemente scomparsi, che abitavano proprio nella zona in questione”.

    Condividi:
    giuseppe.spignola (at) anni60news.com Giuseppe Spignola, giornalista, autore, speaker e conduttore radio/tv. Sono da sempre un grande appassionato di musica, media, giornalismo e comunicazione. Già dalla giovane età (sono nato nel luglio del 1975), ho cominciato a frequentare il mondo della radio e dei media in generale, seguendone costantemente l’evoluzione tecnologica, aggiornandomi e facendo diventare la mia passione un vero e proprio lavoro che svolgo da professionista ormai da oltre vent’anni di cui quasi dieci in forza al gruppo Radio Italia con esperienze di lavoro anche in ambito nazionale presso la sede centrale di Milano del Gruppo. Dal 2010 organico di Radio Italia Anni 60 (Eventi Srl); dal 2012 iscritto all’Albo Nazionale dei Giornalisti nell’elenco Pubblicisti, sono redattore di anni60news.com, collaboro con il Giornale di Sicilia e con alcune emittenti televisive. Nella mia attività, organizzo e presento eventi di informazione, intrattenimento e varietà; il mio primo amore però è la radio dove curo e conduco ogni giorno il programma Anni 60 Magazine che si occupa anche di rubriche e interviste che faccio a vari personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura, della politica e della società. Sono un cultore della musica e dello stile di vita degli anni 80; amo i motori: in particolare la Vespa e le auto. Nel tempo libero viaggio, ascolto, osservo, scrivo, leggo.