Sant’Agata Militello ospita la rassegna “Dolce Sicilia”

    Sant’Agata Militello ospita la rassegna “Dolce Sicilia”

    SANT’AGATA MILITELLO – E’ stata inaugurata ieri a Sant’Agata Militello la rassegna enogastronomica “Dolce Sicilia – Natale 2015” promossa dal Distretto produttivo Dolce Sicilia. Dopo il convegno svoltosi al Castello Gallego, sono stati inaugurati gli stand espositivi in piazza Piazza Vittorio Emanuele. La manifestazione continua per tutto il fine settimana con i laboratori del gusto e la preparazione dei dolci tipici di Natale in Piazza Vittorio Emanuele a partire dalle ore 17.00.
    Protagonisti della rassegna saranno i dolci natalizi siciliani più diffusi: il buccellato, i nucatuli a Palermo, i mustazzoli a Messina, i cuddureddi a Catania, la petrafennula a Modica, le paste di vino cotto a Cammarata, il cioccolato di Modica, unico al mondo, prodotto dal 1746 secondo la ricetta di Casa Grimaldi. E ancora la cassata, le pecorelle di pasta reale, l’agnello pasquale di Favara, i cassateddi, i famosi pupi di zucchero di Palermo, la pignolata di Messina, le crespelle di Catania, il riso mantecato di Enna, le arancine dolci ripiene di cioccolato e il gelo di melone (l’anguria) a Palermo, le schiumette di Siracusa e le impanatiglie di Modica. Tutti classici esempi di dolci siciliani nati per commemorare eventi religiosi, soprattutto la Pasqua, divenuti nel tempo elemti dell’identità culturale siciliana.
    Il Distretto Produttivo Dolce Sicilia, nasce, infatti, dall’esigenza di valorizzare le naturali tipicità di un territorio ad alta connotazione artistica, culturale e gastronomica. Si tratta una libera aggregazione di 344 imprese articolate sia sul piano territoriale che sul piano funzionale, con l’obiettivo di accrescere lo sviluppo del settore dolciario e rafforzare la riconoscibilità internazionale. Il distretto mira ad una integrazione con il sistema turistico locale a partire proprio dal dolce tipico siciliano, che rappresenta uno dei massimi esempi di connessione tra prodotto e territorio.

    Condividi: