Capo d’Orlando, l’Acio festeggia i 25 anni con le scuole

    Capo d’Orlando, l’Acio festeggia i 25 anni con le scuole

    CAPO D’ORLANDO – Venticinque anni di storia. Una indimenticata battaglia alle spalle, la prima in Italia contro il racket delle estorsioni, e poi esempio di testimonianza sulla legalità. L’Acio, prima associazione di commercianti ed imprenditori ad opporsi alle estorsioni, ha celebrato il quarto di secolo con un incontro svoltosi ieri mattina al Palavalenti alla presenza dei vertici delle forze dell’ordine orlandine. L’incontro è stato rivolto ai giovani di tutte le scuole di Capo d’Orlando. I ragazzi hanno partecipato ad un concorso e il miglior elaborato sulla legalità ha vinto.
    Per l’Istituito Lucio Piccolo di Capo d’Orlando ha vinto l’alunna Aurora Incognito della 5A Liceo Scientifico.
    acio_05Presenti alla cerimonia l’imprenditore Sarino Damiano, fondatore dell’associazione, il presidente Enzo Mammana, il procuratore della Repubblica di Patti, Rosa Raffa, il presidente della Commissione Antimafia dell’Ars, Nello Musumeci, il sindaco di Capo d’Orlando Enzo Sindoni, oltre a rappresentati di altre associazioni antiracket di Sicilia e Calabria.
    Assenti il presidente della Fai, Pippo Scandurra e il presidente storico dell’Acio, Tano Grasso.
    Qui il nostro speciale “7 dicembre 1990 – 7 dicembre 2015. Capo d’Orlando e l’Acio, 25 anni di antiracket”

    Condividi:
    Giornalista professionista da marzo 2015, dal 2007 giornalista pubblicista. Avevo 20 anni la prima volta che ho messo piede in una redazione e non ne sono più uscita: ho iniziato a fare questo mestiere per caso e lo svolgo da un decennio, approfondendo l’esperienza e gli insegnamenti acquisiti “sul campo” con una laurea triennale in Tecnologie della comunicazione, all’Università di Messina nel 2007, e con la specialistica in Editoria, media e giornalismo a Urbino nel 2015. Ho una formazione e una esperienza “multimediale”: tv, radio, carta stampata, web. Ho curato, e curo tutt’ora, articoli, notiziari, approfondimenti, interviste, reportage, programmi e rubriche anche di respiro nazionale e internazionale. Conduco anche manifestazioni ed eventi di vario genere. Ho partecipato a numerosi scambi giovanili e workshop su vari temi (economico-sociali-istituzionali), in Italia e all’estero, mi piace conoscere sempre cose e persone nuove, non mi stanco mai di imparare. Mi occupo anche di politiche giovanili, progettazione europea, sviluppo valorizzazione e promozione del territorio, cultura, turismo, tradizioni popolari e iniziative legate al mondo rurale. Sono impegnata nel sociale e presiedo un’associazione culturale. Se potessi, vivrei viaggiando. Fin dall’inizio di questa avventura, sono la responsabile del progetto editoriale Anni60news.com.