Messina, rogo nella notte alla facoltà di Veterinaria

    Messina, rogo nella notte alla facoltà di Veterinaria

    MESSINA -Le fiamme si sono sviluppate intorno alle 23.50 al primo piano dell’edificio che appare subito, sulla destra, a chi accede alla facoltà di Veterinaria. Alcune colonne di fumo sono state viste fuoriuscire dalle due finestre lasciate aperte, al secondo piano, di una stanza del Clam, il Centro linguistico dell’Ateneo messinese, ubicato all’interno del dipartimento. A generare questa cospicua nube di fumo, pare, il materiale plastico di un computer, forse per effetto di un corto circuito. Le lingue di fuoco hanno avvolto suppellettili e arredi annerendo pareti e soffitto. Ma la situazione più preoccupante, come detto, ha riguardato alcuni laboratori del PanLab. Peraltro, ragioni di sicurezza hanno imposto la celere disattivazione della condotta ad alta pressione che rifornisce con 10.000 litri di idrogeno la struttura del PanLab. (Fonte: Gazzetta del Sud. Foto di A. Villari)

    Condividi:
    Giornalista professionista da marzo 2015, dal 2007 giornalista pubblicista. Avevo 20 anni la prima volta che ho messo piede in una redazione e non ne sono più uscita: ho iniziato a fare questo mestiere per caso e lo svolgo da un decennio, approfondendo l’esperienza e gli insegnamenti acquisiti “sul campo” con una laurea triennale in Tecnologie della comunicazione, all’Università di Messina nel 2007, e con la specialistica in Editoria, media e giornalismo a Urbino nel 2015. Ho una formazione e una esperienza “multimediale”: tv, radio, carta stampata, web. Ho curato, e curo tutt’ora, articoli, notiziari, approfondimenti, interviste, reportage, programmi e rubriche anche di respiro nazionale e internazionale. Conduco anche manifestazioni ed eventi di vario genere. Ho partecipato a numerosi scambi giovanili e workshop su vari temi (economico-sociali-istituzionali), in Italia e all’estero, mi piace conoscere sempre cose e persone nuove, non mi stanco mai di imparare. Mi occupo anche di politiche giovanili, progettazione europea, sviluppo valorizzazione e promozione del territorio, cultura, turismo, tradizioni popolari e iniziative legate al mondo rurale. Sono impegnata nel sociale e presiedo un’associazione culturale. Se potessi, vivrei viaggiando. Fin dall’inizio di questa avventura, sono la responsabile del progetto editoriale Anni60news.com.