Sant’Agata Militello, sequestro di articoli cinesi non a norma

    Sant’Agata Militello, sequestro di articoli cinesi non a norma

    SANT’AGATA MILITELLO – I finanzieri della Tenenza di Sant’Agata di Militello, nel corso di un servizio finalizzato alla repressione del mercato dei prodotti contraffatti, alla tutela del Made in Italy e al controllo della sicurezza dei prodotti, hanno denunciato all’autorità giudiziaria competente un soggetto di nazionalità cinese titolare di un’attività commerciale, sequestrando circa cinquecento articoli elettrici non conformi alle norme vigenti.
    I militari, dopo una preventiva attività info-investigativa, hanno eseguito un accesso presso una ditta molto frequentata e nota nell’hinterland, rilevando che sugli scaffali erano posti in vendita prodotti di vario genere, in prevalenza luminarie destinate ad addobbare le case per il periodo delle imminenti festività natalizie e giochi per
    bambini.
    I prodotti presi in esame non rispettavano le prescrizioni contemplate dalla normativa europea, in quanto il marchio “CE” apposto sulle confezioni è risultato essere contraffatto. Per queste ragioni la merce era carente dei requisiti minimi previsti a tutela della sicurezza dei consumatori.
    L’operazione ha, quindi, permesso di eliminare dal mercato oggetti potenzialmente non sicuri e pericolosi per la salute, soprattutto dei più piccoli, per un valore complessivo che ammonta a circa 10.000 euro.
    L’attenzione delle Fiamme Gialle nel delicato settore della tutela dei consumatori ha subito un’ulteriore intensificazione nel periodo natalizio, quando maggiore diventa la richiesta di tali articoli, col preciso fine di perseguire coloro che commercializzano prodotti violando la legge, vendendo così a prezzi inferiori e creando significative distorsioni nella libera concorrenza tra operatori economici, a danno degli imprenditori onesti.
    L’attività esperita testimonia il costante impegno profuso dal Corpo a presidio della legalità economica e ne evidenzia l’approccio trasversale e contestuale in tutti i settori istituzionali di diretta e specifica competenza.

    Condividi:
    Giornalista professionista da marzo 2015, dal 2007 giornalista pubblicista. Avevo 20 anni la prima volta che ho messo piede in una redazione e non ne sono più uscita: ho iniziato a fare questo mestiere per caso e lo svolgo da un decennio, approfondendo l’esperienza e gli insegnamenti acquisiti “sul campo” con una laurea triennale in Tecnologie della comunicazione, all’Università di Messina nel 2007, e con la specialistica in Editoria, media e giornalismo a Urbino nel 2015. Ho una formazione e una esperienza “multimediale”: tv, radio, carta stampata, web. Ho curato, e curo tutt’ora, articoli, notiziari, approfondimenti, interviste, reportage, programmi e rubriche anche di respiro nazionale e internazionale. Conduco anche manifestazioni ed eventi di vario genere. Ho partecipato a numerosi scambi giovanili e workshop su vari temi (economico-sociali-istituzionali), in Italia e all’estero, mi piace conoscere sempre cose e persone nuove, non mi stanco mai di imparare. Mi occupo anche di politiche giovanili, progettazione europea, sviluppo valorizzazione e promozione del territorio, cultura, turismo, tradizioni popolari e iniziative legate al mondo rurale. Sono impegnata nel sociale e presiedo un’associazione culturale. Se potessi, vivrei viaggiando. Fin dall’inizio di questa avventura, sono la responsabile del progetto editoriale Anni60news.com.