Sant’Agata Militello: porto, ospedale e lungomare all’attenzione del sottosegretario Faraone

    Sant’Agata Militello: porto, ospedale e lungomare all’attenzione del sottosegretario Faraone

    SANT’AGATA MILITELLO – Il porto dei Nebrodi e la stabilizzazione dei 155 precari comunali sono gli argomenti discussi con il sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone, durante la sua visita nel comune santagatese. Lunedì scorso, in occasione dell’incontro al liceo “Sciascia-Fermi”, è stato ricevuto anche alpalazzo municipale dal sindaco Carmelo Sottile, dall’assessore Puleo, dai consiglieri comunali Lina Caruso e Monica Brancatelli, da una delegazione di rappresentanti del PD cittadino con in testa l’Avv Paolo Starvaggi e il deputato Laccoto; presente anche Basilio Ridolfo ex segretario provinciale Pd, sindaco di Ficarra e RUP del progetto porto di Sant’Agata. “Una visita di cortesia, significativa anche per i saldi legami di amicizia e politici condivisi dalle parti specie con l’avvocato Starvaggi” ha commentato il sindaco Sottile. Nell’incontro si è parlato della grande opera attesa dalla comunità locale, il porto, e dell’azione messa in cantiere in campo nazionale dal governo Renzi per la stabilizzazione dei precari. “Faraone ha preso l’impegno di sottoporre l’importanza e la necessità di completamento del porto direttamente al sottosegretario allo Sviluppo Economico, Claudio De Vincenti, che insieme al Ministro Delrio seguono per conto del Governo Renzi il Masterplan per il Mezzogiorno, strumento finanziario ed operativo dove la struttura portuale di località Pianetta insieme alle altre undici grandi opere della provincia di Messina troverà l’impulso appropriato per fare partire i cantieri di lavoro” ha detto ancora Sottile. Il sindaco ha poi chiesto al sottosegretario la sua massima attenzione, del Governo nazionale e regionale, per l’ospedale di Sant’Agata e per la sistemazione del lungomare di recente colpito da ulteriori crolli e cedimenti. E’ stata anche avviata l’intesa per una iniziativa pubblica promossa dal Comune con il sostegno dal Ministero della Pubblica Istruzione, per celebrare il cittadino illustre , lo scrittore Vincenzo Consolo.

    Condividi:
    Giornalista professionista da marzo 2015, dal 2007 giornalista pubblicista. Avevo 20 anni la prima volta che ho messo piede in una redazione e non ne sono più uscita: ho iniziato a fare questo mestiere per caso e lo svolgo da un decennio, approfondendo l’esperienza e gli insegnamenti acquisiti “sul campo” con una laurea triennale in Tecnologie della comunicazione, all’Università di Messina nel 2007, e con la specialistica in Editoria, media e giornalismo a Urbino nel 2015. Ho una formazione e una esperienza “multimediale”: tv, radio, carta stampata, web. Ho curato, e curo tutt’ora, articoli, notiziari, approfondimenti, interviste, reportage, programmi e rubriche anche di respiro nazionale e internazionale. Conduco anche manifestazioni ed eventi di vario genere. Ho partecipato a numerosi scambi giovanili e workshop su vari temi (economico-sociali-istituzionali), in Italia e all’estero, mi piace conoscere sempre cose e persone nuove, non mi stanco mai di imparare. Mi occupo anche di politiche giovanili, progettazione europea, sviluppo valorizzazione e promozione del territorio, cultura, turismo, tradizioni popolari e iniziative legate al mondo rurale. Sono impegnata nel sociale e presiedo un’associazione culturale. Se potessi, vivrei viaggiando. Fin dall’inizio di questa avventura, sono la responsabile del progetto editoriale Anni60news.com.