Incidenti stradali sui Nebrodi e nel Pattese, conclusi i risarcimenti

    Incidenti stradali sui Nebrodi e nel Pattese, conclusi i risarcimenti

    E’ stata disposta la transazione su una vicenda per la quale Maria Santoro ha citato la Città Metropolitana di Messina davanti al giudice di pace di Sant’Agata Militello, per il risarcimento dei danni subiti in occasione di un incidente avvenuto a Militello Rosmarino a causa del manto stradale deformato. Per chiudere il caso, è stato disposto il pagamento di tremila euro. Concluse, invece, con un bonario componimento, due vertenze con la Città Metropolitana di Messina; la prima avviata da Giuseppe Calogero De Luca assistito, dall’avvocato, Roberto Barbiera, davanti al giudice di pace di Patti, per la quale era stata chiesta la condanna al risarcimento dei danni subiti dalla propria auto, a seguito dell’incidente del 12 maggio 2015, mentre percorreva la strada provinciale 132. L’incidente fu causato da un sasso lanciato accidentalmente da un decespugliatere, manovrato da un esecutore stradale provinciale. La seconda riguarda Tindaro Cafarelli, assistito dall’avvocato, Attilio Scarcella; anche qui era stato richiesto il risarcimento dei danni subiti dalla propria auto, a seguito di un incidente avvenuto il 16 agosto 2013, mentre percorreva la contrada Provenzani di Patti, a causa di una buca non segnalata sul manto stradale.

    Condividi: