Fino a 5 euro per sbarcare alle Eolie, provvedimento nella legge di...

    Fino a 5 euro per sbarcare alle Eolie, provvedimento nella legge di stabilità

    LIPARI – Tassa di sbarco fino a 5 euro per i turisti che andranno alle isole Eolie. Il balzello per chi sbarcherà nelle isole minori italiane è stato inserito dal Governo nella legge di stabilità 2016. L’aumento del ticket, che attualmente è di un euro e 50 centesimi e arriverà a 2,50 in inverno e a 5 euro nel periodo estivo, servirà a finanziare interventi in materia di “turismo e interventi di fruizione e recupero dei beni culturali e ambientali locali ed altresì interventi in materia di polizia locale e sicurezza, di mobilità e viabilità, di raccolta e smaltimento dei rifiuti, nonché dei relativi servizi pubblici locali”. L’aumento, anche per risanare le casse comunali, era stato fortemente richiesto dal sindaco di Lipari Marco Giorgianni anche per fronteggiare l’impatto dei grandi flussi turistici estivi e dei danni collaterali che producono. “Con l’aumento della tassa di sbarco puntiamo ad incassare almeno due milioni di euro” ha annunciato il sindaco Giorgianni, che ha anche comunicato l’introduzione della tassa per scalare i crateri di Stromboli e di Vulcano che sarà di 5 euro. Per i controlli contro gli evasori, fa sapere ancora, saranno sottoscritte convenzioni con le forze dell’ordine: guardia di finanza, carabinieri e guardia costiera.
    A riscuotere la tassa di sbarco saranno le compagnie di navigazione. Il decreto prevede che l’imposta non sia dovuta da chi è residente nel comune e dai lavoratori, dagli studenti pendolari, “nonché dai componenti dei nuclei familiari dei soggetti” che hanno pagato l’Imu su una casa di proprietà nel Comune “che sono parificati ai residenti”.

    Condividi:
    Giornalista professionista da marzo 2015, dal 2007 giornalista pubblicista. Avevo 20 anni la prima volta che ho messo piede in una redazione e non ne sono più uscita: ho iniziato a fare questo mestiere per caso e lo svolgo da un decennio, approfondendo l’esperienza e gli insegnamenti acquisiti “sul campo” con una laurea triennale in Tecnologie della comunicazione, all’Università di Messina nel 2007, e con la specialistica in Editoria, media e giornalismo a Urbino nel 2015. Ho una formazione e una esperienza “multimediale”: tv, radio, carta stampata, web. Ho curato, e curo tutt’ora, articoli, notiziari, approfondimenti, interviste, reportage, programmi e rubriche anche di respiro nazionale e internazionale. Conduco anche manifestazioni ed eventi di vario genere. Ho partecipato a numerosi scambi giovanili e workshop su vari temi (economico-sociali-istituzionali), in Italia e all’estero, mi piace conoscere sempre cose e persone nuove, non mi stanco mai di imparare. Mi occupo anche di politiche giovanili, progettazione europea, sviluppo valorizzazione e promozione del territorio, cultura, turismo, tradizioni popolari e iniziative legate al mondo rurale. Sono impegnata nel sociale e presiedo un’associazione culturale. Se potessi, vivrei viaggiando. Fin dall’inizio di questa avventura, sono la responsabile del progetto editoriale Anni60news.com.