Estorsioni e maltrattamenti, condanna ridotta per una 29enne di Acquedolci

    Estorsioni e maltrattamenti, condanna ridotta per una 29enne di Acquedolci

    La Corte di Appello di Messina ha ridotto la condanna a carico di una 29enne di Acquedolci, accusata di lesioni personali, maltrattamenti ed estorsione in danno dei genitori. In primo grado, alla ragazza era stata inflitta la pena di quattro anni di reclusione. La Corte d’appello ha ridotto la condanna a due anni e quattro mesi.  Il procuratore generale aveva chiesto la concessione delle attenuanti generiche.

    Condividi: