La morte di Gessica Campanino, in appello condannato un giovane di Brolo

    La morte di Gessica Campanino, in appello condannato un giovane di Brolo

    REDAZIONE – La Corte d’Appello di Messina ha ribaltato la sentenza di primo grado sulla morte di Gessica Campanino, la 24enne di Terme Vigliatore, deceduta per le conseguenze di un incidente stradale nel febbraio 2012 sulla Statale 113, all’altezza della contrada Testa di Monaco di Capo d’Orlando. Per un ragazzo di Brolo, assolto in primo grado dalle accuse di omicidio colposo e lesioni, arriva adesso la condanna a due anni, pena sospesa, oltre al pagamento di una provvisionale di 50 mila euro e 20 mila euro per le parti civili e le spese processuali. Il giovane brolese si trovava alla guida di un’Alfa Romeo che si scontrò con la Smart su cui viaggiava Gessica Campanino. Decisivi, ai fini della sentenza di condanna, sono stati i risultati di una nuova perizia tecnica.

    Condividi: