Gioiosa Marea, acqua non potabile: una class action per abbattere del 50%...

    Gioiosa Marea, acqua non potabile: una class action per abbattere del 50% il canone idrico

    Federconsumatori Nebrodi propone una class action per abbattere del 50% il canone idrico nei Comuni della provincia di Messina in cui l’acqua non è potabile. L’iniziativa è nata a seguito di una sentenza del Giudice di Pace di Patti, datata 3 febbraio 2017, che ha stabilito l’abbattimento del 50% del canone per alcuni cittadini di San Giorgio di Gioiosa Marea. In quella frazione, infatti, da molto tempo l’acqua proveniente dalla rete comunale arriva nelle case salata e sporca e pertanto non è potabile. A seguito di alcuni ricorsi presentati dai cittadini il giudice di pace il Giudice di Pace di Patti, ha imposto il pagamento ridotto del canone idrico, ma ha anche imposto al Comune di Gioiosa Marea di restituire le somme versate dai cittadini nel decennio 2005-2015.
    L’abbattimento del canone ed il rimborso valgono al momento solo per i cittadini che hanno chiesto l’intervento del Giudice di Pace e hanno affrontato le spese legali del caso. Ma per risolvere il problema in tutta l’area messinese, Federconsumatori Nebrodi ha pensato ad una class action che possa raccogliere tutti i cittadini interessati dal problema.

    Condividi: