La Costa d’Orlando ha un “Duro” per il rush finale

    La Costa d’Orlando ha un “Duro” per il rush finale

    Quello di Cefalù è stato un buonissimo allenamento in vista della partita di Siracusa – ha detto il capitano della Costa d’Orlando, Luca Sgrò -. Abbiamo giocato un buon basket, soprattutto sotto canestro con i nostri lunghi. Dalle prime impressioni, Bjegovic sembra veramente un bel giocatore. Stiamo cercando di farlo integrare il prima possibile nei nostri schemi, sono sicuro che ci darà una grossa mano da subito, a partire dalla prossima gara contro Siracusa, un formazione fisica e molto forte. Loro sono alla ricerca di punti pesanti perché lottano per il secondo posto. D’altra parte, noi vogliamo mantenere l’imbattibilità in campionato e faremo di tutto per vincere. Il nostro obiettivo principale è la Serie B ma ci teniamo molto a vincere tutte le partite di regular season». Il match tra Polisportiva Aretusa e Costa d’Orlando, in programma domenica alle ore 18:00 presso il “PalaAkradina” di Siracusa e valido per il penultimo turno del campionato di C Silver, sarà diretto dai signori Andrea Federico Castorina di Giarre e Fabio Fichera di Aci Catena. Per l’occasione, come anticipato dal capitano, ci sarà un volto nuovo in casa Irritec Costa d’Orlando. Nelle ultime ore, infatti, la società del presidente Mauro Giuffrè ha ingaggiato il croato Duro Bjegovic. Classe 1988, 201cm x 107kg, prodotto di Sacramento State Universisty, Bjegovic è un’ala molto versatile. Dotato di un mortifero tiro dalla lunga distanza, alto IQ cestistico e ottimo passatore, l’atleta croato, che indosserà il numero 33, arriva dal Basket Mestre, compagine militante nel torneo di C Gold in Veneto.bjegovic “Sono appena arrivato e non ho avuto modo di visitare Capo d’Orlando – spiega – ma qui c’è il mare e la cosa mi ricorda casa. Ho notato subito che in squadra ci sono giocatori che capiscono la pallacanestro e sanno cosa fare per vincere le partite. Il mio ruolo naturale è quello di ala piccola ma posso giocare anche da 4 o da 5. La mia arma migliore è il tiro da tre ma amo molto passare la palla e coinvolgere i miei compagni in attacco. So che la società punta alla Serie B e credo ci siano tutti i presupposti per centrare questo obiettivo”.duro a canestro Bjegovic, rimpiazzato dai veneti con Custis, protagonista la scorsa stagione della promozione di Patti, ha di fatto sostituito Brachon Lanalt Griffin che è rientrato negli Stati Uniti per motivi personali e non farà quindi più parte del roster a disposizione di coach Condello. Griffin, play-guardia classe 1992, ha fornito un ottimo apporto alla Costa d’Orlando del presidente Mauro Giuffrè durante la stagione in corso, contribuendo in maniera decisiva alla cavalcata paladina verso la vetta del torneo di C Silver siciliana. Brachon-Griffin

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.