Patti: continua la rassegna “Vestigia Artis” con il “caso Carlo Meucci”

    Patti: continua la rassegna “Vestigia Artis” con il “caso Carlo Meucci”

    E’ in programma per sabato 11 marzo dalle ore 17, nel Palazzo del Turismo di Patti, il terzo appuntamento con “Vestigia Artis” la rassegna espositiva turistico-culturale sul tema “Costruzione e decostruzione dell’identità sociale” . Fulcro dell’incontro dibattito, organizzato dall’Ufficio Turistico Regionale di Patti, a cura di Carmelo Buttò, del Club Amici di Salvatore Quasimodo di Patti, sarà il “caso Carlo Meucci”, figlio dell’inventore del telefono. Interverranno: Mimmo Mòllica, autore del volume “Meucci il figlio del… telefono mendicante a Tindari”; Ornella Fanzone, editor; Caterina Isgrò, docente UTE di Barcellona P.G.; Antonino Milici, architteto, dirigente dell’Ufficio Turistico Regionale di Patti.
    Il volume “Meucci il figlio del… telefono mendicante a Tindari (Armenio Editore)” racconta la triste vicenda di Carlo Meucci, figlio dell’inventore del telefono, vissuto nell’indigenza a Tindari, e tumulato nel cimitero di Patti nel giugno 1966. La complicata vicenda, ricostruita e raccontata da Mimmo Mòllica, propone l’attualissima questione dell’identità dei migranti e dei naufraghi, ai quali spetta l’arduo compito di ricostruire la propria identità personale e burocratica.

    Condividi: