Non pagati agli operai dell’Esa di Barcellona stipendio di dicembre 2016 e...

    Non pagati agli operai dell’Esa di Barcellona stipendio di dicembre 2016 e tfr

    BARCELLONA – Non hanno ancora percepito lo stipendio di dicembre 2016 e anche il trattamento di fine rapporto. Sono i trentotto operai a tempo determinato del centro di meccanizzazione agricola dell’ente di sviluppo agricolo di Barcellona. Era stato riferito loro che tre giorni fa, durante la seconda giornata di lavoro del 2017, li avrebbero pagati. E invece le risorse che erano state annunciate, sembra per un errore nei conteggi, non sono state liquidate. Ora c’è il rischio che prenderanno questi fondi ad aprile. Una beffa, un tormento che si ripete da un po’ di tempo a questa parte ed investe ovviamente tutti gli operai a tempo determinato dalle Sicilia, quattrocentoventicinque. Nel 2016 è accaduto spesso che, per mancanza di fondi nel capitolo regionale degli investimenti, gli operai non siano stati pagati. Hanno atteso, a più riprese, gli arretrati di luglio, agosto e settembre 2016, dopo che ad agosto furono liquidate le spettanze di aprile, maggio e giugno. Anche in quel caso, come tre giorni fa, era stato annunciato lo sblocco dei fondi, ma non accadde nulla, se non dopo. E come nel 2016, hanno continuato a lavorare; lo scorso anno sono stati operativi nelle strade interpoderali dell’area tirrenica di Barcellona, Brolo, Montalbano Elicona e Gioiosa Marea, di seguito a Longi, sui Nebrodi e nell’area jonica, a Castelmola e Mandanici. L’ultimo impegnativo progetto è stato il cantiere nel torrente Mela, intervenendo, con la protezione civile, per la messa in sicurezza e risagomatura del torrente e soprattutto per l’abbassamento dell’alveo. Anche nel 2017, gli operai dell’Esa di Barcellona dovrebbero essere impegnati per la bonifica dei torrenti e sono in attesa, oltre che degli arretrati, anche delle prossime destinazioni.

    Condividi: