Barcellona, troppi ricorsi pendenti sull’invalidità

    Barcellona, troppi ricorsi pendenti sull’invalidità

    Il tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto

    Sono centinaia i ricorsi pendenti al Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto che attendono risposta sulla concessione o la conferma di invalidità e accompagnamento. La denuncia è del “Movimento Democrazia Disabile Peloritano” che punta l’indice contro lo scarso numero di giudici presenti nel palazzo di giustizia. “Le pratiche di questi ricorsi, in molti casi già accettati –ha spiegato il coordinatore del gruppo, Mario Midolo- riguardano centinaia di persone di tutto il comprensorio dipendente dal Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto e, le segnalazioni in nostro possesso lo testimoniano, sono soldi che consentirebbero la vera e propria sopravvivenza degli interessati. Purtroppo è tutto fermo –ha aggiunto- poiché i pochissimi giudici in forza al tribunale della città del Longano sono obbligati a dare la precedenza alle cause civili e penali, con il risultato che sui tavoli dei giudici le pile di pratiche di invalidità aumentano a vista d’occhio”.
    Il “Movimento Democrazia Disabile Peloritano” suggerisce di istituire “Un albo locale degli avvocati con maggiore esperienza o maggiore anzianità, cosicché possano affiancarsi ai giudici nell’espletamento delle pratiche di invalidità. Gli avvocati iscritti all’albo, poi, potrebbero essere remunerati con una sorta di gettone di presenza”.

    Condividi: