Capo d’Orlando: la minoranza interroga sulla viabilità nei pressi dell’ITCG “Merendino”

    Capo d’Orlando: la minoranza interroga sulla viabilità nei pressi dell’ITCG “Merendino”

    Tornano ad interrogare l’Amministrazione i consiglieri di minoranza Gaetano Gemmellaro, Gaetano Sanfilippo Scimonella, Alessio Micale, Daniela Trifilò, Sandro Gazia e Angiolella Bottaro. Questa volta l’attenzione del gruppo d’opposizione si sofferma sulla viabilità della stradella attigua alla Via Consolare Antica antistante l’ex ITCG “F.sco Paolo Merendino”, che adesso ospita la scuola materna di Santa Lucia ed alcune classi dell’Istituto Comprensivo n2 di contrada Furriolo.
    “Il trasferimento momentaneo della scuola primaria Santa Lucia nei locali precedentemente utilizzati dall’ITCG F.sco Paolo Merendino – scrivono i consiglieri – causa quotidianamente un sensibile aumento di traffico veicolare sulla Via Consolare Antica, in particolar modo nelle ore di entrata ed uscita degli alunni, degli insegnanti e del personale scolastico”. Per risolvere il problema l’Amministrazione con due ordinanze sindacali ha “istituito il senso unico di marcia veicolare ed il divieto di sosta con rimozione forzata esteso all’intero arco temporale delle 24 ore anche nella bretella privata lato ME compresa tra l’Istituto scolastico ed il parcheggio dello stesso”.
    La minoranza ritenendo che i provvedimenti presi “non hanno avuto alcun effetto migliorativo sulla regolamentazione del traffico veicolare nella zona, ma nel contempo hanno causano ingenti disagi ai residenti del luogo ed ai fedeli che quotidianamente frequentano la chiesa parrocchiale di S. Antonio, in quanto le aree oggetto di ordinanze erano utilizzate dagli stessi come sosta temporanea o/e parcheggio per le proprie autovetture, essendo la zona sprovvista di aree di parcheggio pubblico” chiedono all’amministrazione “se non ritenga opportuno ritirare in autotutela le Ordinanze Sindacali rivedendo seriamente il piano di viabilità della zona e, se necessario, istituendo il senso unico di marcia e il divieto di sosta con rimozione forzata solo ed esclusivamente nelle ore di entrata e di uscita degli alunni, degli insegnanti e del personale scolastico” e “se non ritiene opportuno rafforzare il controllo sulla viabilità con la presenza degli agenti del corpo di Polizia Municipale, con particolare riferimento alle ore di punta”.

    Condividi: