Venetico, il ruolo della donna nel “Futuro al femminile”

    Venetico, il ruolo della donna nel “Futuro al femminile”

    VENETICO – Donne che cambiano in un mondo che cambia. Una riflessione consapevole sull’evoluzione del ruolo della donna nel mondo del lavoro. Oggi occupa dei ruoli che, in passato, erano relegati agli uomini. Da “semplice casalinga” a donna istruita e consapevole della propria dignità. Si è tenuta all’Urban Center di Venetico Superiore la manifestazione “Futuro al femminile”. Un evento organizzato dalla Pro Loco del centro tirrenico in sinergia con il Soroptimist International club di Spadafora “Gallo-Niceto”, il Comune ed il comprensivo “D’Arrigo”. Ad introdurre la mattinata il presidente dell’associazione turistica Carmelo Anastasi. A seguire, a prendere la parola sono stati il dirigente scolastico Laura Cappuccio e padre Cleto D’Agostino, guida spirituale della comunità di Venetico Marina. A coordinare i lavori Caterina Spinella. A rilasciare le proprie testimonianze il comandante del nucleo operativo della Compagnia dei Carabinieri di Barcellona, Annamaria Putortì ed il comandante della polizia municipale di Spadafora Antonella Rizzo. A portare i saluti anche la presidente del Soroptimist Maria Luisa Pino. Sull’argomento sono intervenute anche alcune alunne delle classi IIIA e B della scuola media del centro tirrenico guidate dalle insegnanti di Lettere Maria Teresa Aricò e Pina Pignataro. Le studentesse hanno rappresentato un dibattito con protagoniste le donne “Nobel per la pace” e sull’evoluzione della donna. Interessante anche il power point su Rosa Parks e Emmeline Pankhurst.
    (Nella foto Pino, Cappuccio, Putortì, Spinella e Rizzo)
    VERONICA D’AMICO

    Condividi: